Circa Infinity – Una recensione concentrica

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Genere: Puzzle-platform
Multiplayer: No
Lingua/e: Italiano, tedesco, inglese, spagnolo, francese, giapponese, coreano, olandese, portoghese, russo

Circa Infinity (che una volta sulla home della vostra Nintendo Switch apparirà come Circa Infinità, W LA LINGUA DI DANTE W LA PIZZA E IL MANDOLINO) è stato per qualche tempo un gioco invisibile nella versione per l’ibrida di Kyoto: anche dopo l’uscita il titolo non compariva sul sito di Nintendo, e altrove le informazioni erano scarse. Fatto singolare e inaccettabile, ma che purtroppo potrebbe non sorprendere trattandosi di un gioco indie, e sviluppato in questo caso da una sola persona.

Ma passiamo al gioco, che esiste, ed è anche bello pazzariell’.

Chi prova Sole non lo lascia più.

La formula di Circa Infinity è immediata nei fatti, e molto più comprensibile a giocarci che non a leggerne. Kenny Sun, il nostro sviluppatore, ha pensato a un sistema ludico basato su geometrie sferiche e minimalismo cromatico: si tratta di un puzzle game con meccaniche platform 2D, all’interno del quale (è proprio il caso di dirlo) procederemo dall’esterno all’interno fino all’ultimo di una serie di cerchi concentrici.

La leva analogica muove il nostro personaggio intorno alla superficie della sfera, mentre col pulsante A salteremo dentro al cerchio immediatamente interno, e così dovremo fare fino alla libertà. Ad ostacolare il nostro percorso una serie di nemici, infidi esseri cornuti, che variano per modalità offensiva col procedere nel gioco.

L’esperienza di gioco si rivela presto hardcore, un trial and error che ruota intorno alla pazienza e alla velocità d’esecuzione del giocatore, un vortice in pochi colori che gira allucinato e allucinante, frenetico a tratti.

MA DIAMO UN’OCCHIATA AL VIDEO PER UNA COMPRENSIONE PIÙ LUCIDA:

L’insieme si presenta bene sotto l’aspetto tecnico video-audio, e la meccanica viene appresa dopo poche partite, senza alcuna guida o didascalia – eppure c’è qualcosa che non va, in Circa Infinity. L’azione non convince appieno, nel senso che il meccanismo circolare può non offrire un feedback propriamente soddisfacente per il giocatore. La difficoltà è alta, e questo è ciò che ci si aspetta da un’esperienza ludica hardcore, e i momenti brillanti non mancano – ad esempio le boss fight -, ma qui il motivo ludico rischia di non esercitare il giusto appeal sul giocatore, e conseguentemente di non generare la motivazione necessaria a proseguire la partita.

Tutto chiaro?

In conclusione, Circa Infinity è un giocattolo affascinante, misterioso, ma ostico da tenere in mano. Il trip tricolore prodotto da RedDeerGames è disponibile per €9,99 sull’eShop: è consigliato ai gamer che hanno voglia di allenare i pollici e la pazienza con gli occhi piantati su una spirale lisergica. So che ci siete.

Ho viaggiato nelle spirali di Kenny Sun sia sullo schermo di casa che in modalità portatile attraverso un codice download inviatoci dai distributori.
Pro: Stile riuscito e interessante idea di fondo…
Contro: … la quale però può risultare indigesta a molti.
6,5

Potrebbero interessarti

Recensioni

Circle of Sumo – Recensione

Yonder porta lo sport del sumo su Nintendo Switch, ma in un modo totalmente diverso da come potevamo immaginarlo. Circle of Sumo è una festa multiplayer!

Speciali

Fantastico Studio – Milan Games Week 2018

È tutto Fantastico La Milan Gamesweek è stata come al solito un grande momento di incontro tra ogni tipo di giocatori. Le cose da vedere

Recensioni

All-Star Fruit Racing – Recensione

Fruttariani, fatevi avanti! Da qualche anno a questa parte l’Italia ha iniziato a compiere i suoi primi passi nel mondo dell’intrattenimento videoludico. Sembra che il

Speciali

La mie paure per Metroid Prime 4

Attendo il nuovo Metroid Prime 4 con tutto me stesso. Ma gli ultimi giochi Nintendo, stanno facendo vacillare il mio entusiasmo. Perché?

Recensioni

Hey! PIKMIN – Recensione

Hey tu! Sì, parlo a te col fiore in testa! Hey Joe è un pezzo della tradizione americana portato alla ribalta dalla celeberrima versione di

Recensioni

Kirby’s Blowout Blast – Recensione

Una palletta rosa tra le parole Nintendo e 3DS! Kirby si trova alla grande su Nintendo 3DS/2DS: quella che la sfera rosa di HAL Laboratory ha

Recensioni

I and Me – Recensione

Non un gatto, ma due. O è lo stesso? I and Me è un misto tra platform e puzzle game che più indie di così

Recensioni

Flip Wars – Recensione

Flippami e Switchami tutto! Nintendo Switch e multiplayer, un connubio perfetto fin dal primo video che ha presentato al mondo la console della casa giapponese

No more posts to show