Yo-Kai Watch 2: Psicospettri – Recensione

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Genere: J-rpg
Multiplayer: si
Lingua/e: Italiano

Ho un senso di deja-vu: sarà colpa di uno Yo-kai?

Il vostro intrepido panda redazionale è pronto per farvi immergere nuovamente in Yo-kai Watch, anche se non per la recensione di Sushi e Tempura (i nuovi capitoli che vedranno la luce il prossimo anno in Europa, almeno si spera), ma per l’aggiornamento di Polpanime e Spiritossi, o almeno così possiamo bellamente definire questo nuovo Psicospettri. Per una recensione completa infatti vi rimando a quella pubblicata ormai sei mesi fa mentre in questa sede mi limiterò ad aggiornarvi sulle novità introdotte da Psicospettri. O almeno dovrei ma la mia memoria da pesce rosso morto renderà il compito arduo per la somma gioia del nostro mega-capo-redattore, al quale siete pregati di rivolgervi per ogni lamentela di sorta (Apprezzo la sincerità – NdPittanza).

Level-5 ha pensato bene di non irritare i possessori di una delle due precedenti versioni Yo-Kai Watch 2 e dopo aver fatto partire il gioco sul vostro fido portatile Nintendo potrete scegliere se riprendere dall’ultimo salvataggio o cominciare una nuova avventura. Se avete già sconfitto Decadama (o avete comunque superato la metà di gioco) in più di una versione il consiglio è caricare la vostra ultima partita (il gioco dovrà essere aggiornato alla versione più recente).

Fatto ciò preparatevi a vivere nuove mirabolanti avventure con i vostri yo-kai già trovati, quelli ancora da trovare e (ta-dan!) i nuovi mostrini che esclusivi di questa versione. Potrete affrontare sia nuovi boss che normali yo-kai da aggiungere al vostro medaglium per arricchire la collezione con 15 nuovi spettrali che potranno unirsi al vostro schieramento. Non potevano mancare tra le novità alcune missioni nuove, tra le migliori quella in cui fare la conoscenza di Tontolin. Il nome non vi dirà molto ma tutti voi lo conoscete già. Meglio non anticipare nulla però. In un’altra missione potrete scoprire le origini del misterioso Darknyan, yo-kai gattiffero di cui non si sa molto (altrimenti non sarebbe poi così misterioso, non trovate?).

Le nuove sottotrame di questi 2 spettri sono una parte succosa di questo capitolo e quindi rischierei di rovinarvi gran parte della scoperta (non sono mica Rovinella!), sappiate solo che torneremo nuovamente nel passato fino addirittura all’epoca degli shogun. Inutile sottolineare come i toni siano folli e irriverenti come ci si aspetti, oramai da yo-kai non mi aspetto altro che gag e risate come succede anche nell’anime e nel manga. I possessori dei precedenti capitoli avranno a disposizione alcuni dungeon esclusivi per poter affrontare nuovi boss e trovare i nuovi yo-kai.

All’elenco delle novità vanno ad aggiungersi nuove tratte treno per raggiungere nuovi luoghi (come il villaggio Gera Gera), tutti spettrali come il treno che vi accompagnerà. Sul treno stavolta potrete anche muovervi per interagire coi suoi passeggeri, tutti mostri ovviamente, altrimenti che treno yo-kai sarebbe! Ci sarà pure una piccola parte investigativa da affrontare (quelli della Level-5 sanno mettere Layton dappertutto), e i nuovi luoghi sono tutti integrati alla perfezione col mood del gioco stesso, ci mancherebbe altro.

Importante novità di cui però non posso parlare per mancanza di prova su strada, è la modalità co-op in locale Yo-Kai Watch blasters, con nuovi potenti boss da affrontare assieme ai vostri amici. Nuove app app-ariranno (e il premio gioco di parola dell’anno va a…) e porteranno con sé nuove funzionalità come quella musica in cui potrete riascoltare tutti i pezzi che ci sono in gioco, chi conosce la serie sa che tutte le musichette sono a pericolo martellamento che Rovazzi levati.

Insomma non si può rimanere delusi per la cura, che è sempre tanta. Ad esempio, le due nuove storie secondarie hanno pure i titoli di testa  con tanto di musiche di introduzione come fossero dei mini episodi anime, ci sono altre piccole e grandi novità molto gradevoli. Finalmente quando spilli il nemico in battaglia puoi vedere il suo cibo preferito per accattivarti la sua amicizia (era ora direi!!!) e alcune sequenze animate sono state rinfrescate con scene inedite.

Ma la domanda cruciale è, va la pena di sborsare quaranta cocuzze? Se non avevate preso ancora Yo-Kai Watch 2 e si è interessati alla sua offerta ovviamente sì, se invece lo avete già giocato il discorso cambia: le novità sono di ottima fattura ma probabilmente la cifra che Level-5 avrebbe dovuto chiedere al giocatore sarebbe stata più adeguata a quella minore di un eventuale DLC (che però non c’è e non faranno mai). In questo caso mi sento di consigliarlo solo ed esclusivamente ai completisti.

Ho importato il salvataggio da Spiritossi, giocandoci non so per quante ore (vengono unite al precedente save) ma abbastanza per saggiare le novità e ringraziando gli sviluppatori di aver reso meno casuale l’amicizia con gli yokai
Pro: Si tratta della versione migliore di Yo-Kai Watch 2, rifinita e con qualche novità in più a impreziosire un’offerta già succosa in quel di Aprile.
Contro: Contenuti insufficienti per spingere all’acquisto chi ha già sviscerato Polpanime o Spiritossi
8.5

Potrebbero interessarti

Recensioni

Circle of Sumo – Recensione

Yonder porta lo sport del sumo su Nintendo Switch, ma in un modo totalmente diverso da come potevamo immaginarlo. Circle of Sumo è una festa multiplayer!

Speciali

Fantastico Studio – Milan Games Week 2018

È tutto Fantastico La Milan Gamesweek è stata come al solito un grande momento di incontro tra ogni tipo di giocatori. Le cose da vedere

Recensioni

All-Star Fruit Racing – Recensione

Fruttariani, fatevi avanti! Da qualche anno a questa parte l’Italia ha iniziato a compiere i suoi primi passi nel mondo dell’intrattenimento videoludico. Sembra che il

Speciali

La mie paure per Metroid Prime 4

Attendo il nuovo Metroid Prime 4 con tutto me stesso. Ma gli ultimi giochi Nintendo, stanno facendo vacillare il mio entusiasmo. Perché?

Recensioni

Hey! PIKMIN – Recensione

Hey tu! Sì, parlo a te col fiore in testa! Hey Joe è un pezzo della tradizione americana portato alla ribalta dalla celeberrima versione di

Recensioni

Kirby’s Blowout Blast – Recensione

Una palletta rosa tra le parole Nintendo e 3DS! Kirby si trova alla grande su Nintendo 3DS/2DS: quella che la sfera rosa di HAL Laboratory ha

Recensioni

I and Me – Recensione

Non un gatto, ma due. O è lo stesso? I and Me è un misto tra platform e puzzle game che più indie di così

Recensioni

Flip Wars – Recensione

Flippami e Switchami tutto! Nintendo Switch e multiplayer, un connubio perfetto fin dal primo video che ha presentato al mondo la console della casa giapponese

No more posts to show