RPG Maker Fes – Recensione

Recensione di RPG Maker Fes, nuovo capitolo del celebre editor per creare giochi di ruolo senza conoscere i linguaggi di programmazione

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
Genere: Editor di giochi di ruolo
Multiplayer: no
Lingua/e: italiano

Il mondo a portata di mano! Infinite storie, infinite avventure, mappe, soluzioni e combinazioni da creare semplicemente con uno stilo e da portare con sé ovunque. RPG Maker è un programma, un editor per creare giochi di ruolo ormai presente su pc da oltre vent’anni e uscito sulla quasi totalità delle piattaforme casalinghe lungo i due decenni. Un compagno di ufficio per tanti lavoratori, un passatempo e un modo per Dungeon Master o aspiranti game designer di testare le loro storie. Prodotto dal gruppo giapponese Ascii, una divisione di Enterbrain, arriva su Nintendo 3DS con RPG Maker Fes grazie a Nis America, pronto a dare a tutti la possibilità di diventare il prossimo Hironobu Sakaguchi.

Testi, menù, opzioni, opzioni per opzioni e opzioni per decidere le opzioni. Benvenuti in Fes!
Testi, menù, opzioni, opzioni per opzioni e opzioni per decidere le opzioni. Benvenuti in Fes!

O forse no. RPG Maker offre un numero incredibile di possibilità ma da sempre richiede tantissima applicazione e dedizione. Come nelle edizioni su pc e console precedentemente uscite, Fes non possiede alcun tutorial. Mette il giocatore di fronte a opzioni per la costruzione di un mondo e di un’avventura, gli fornisce soluzioni ma non spiega, non lo guida minimamente lungo il percorso. Ovviamente, trovare in rete delle guide per orientarsi non è difficile ma la mancanza di un tutorial pesa, specialmente perché potrebbe consentire alla serie di fare quel salto di qualità e renderla accessibile a un pubblico molto più vasto. E, soprattutto, è un controsenso per un titolo che fa della sua bandiera la possibilità di poter creare un gioco di ruolo in ogni suo aspetto senza conoscere linguaggi di programmazione. Gli strumenti che vengono dati in mano al giocatore sono un’infinità ma spetta proprio a lui capire come usarli e ricerca e comprensione potrebbero richiedere ore aggiuntive a un titolo che per ottenere risultati anche solo decenti ne richiede decine e decine.

Mostri e personaggi presentano modelli predefiniti che possono essere modificati ma non creati da zero
Mostri e personaggi presentano modelli predefiniti che possono essere modificati ma non creati da zero

Fes si adatta perfettamente al 3DS, sfruttandone la componente portatile e permettendo al creatore di portare avanti il suo progetto e la sua storia in ogni momento e in ogni pausa del tempo libero. Per ogni aspetto del gioco, dalla costruzione della mappa agli scenari, ai dialoghi, le opzioni a disposizione sono molteplici ma la personalizzazione non è totale. Per quel che riguarda i protagonisti, non esiste un vero e proprio editor per crearli da zero modificandone aspetto e corporatura ma solo la possibilità di modificare quelli forniti dal titolo.
Per ogni elemento dello scenario, della mappa e della storia, sono presenti appositi menù che consentono di creare un evento, modificare l’interazione del personaggio con l’evento e giocare con reazioni e conseguenze.
Davvero, l’unico limite nella creazione delle storie risiede nella pazienza del giocatore e nella sua voglia di provare e riprovare, sbagliando, fino a imparare i meccanismi e farli risultare automatici.

Quello stile 16-bit che non muore mai... <3
Quello stile 16-bit che non muore mai… <3

Una comoda applicazione presente sull’e-shop consente di condividere con altri giocatori le nostre creazioni e scaricare quelle degli altri giocatori. Come nel caso di Super Mario Maker, una ricerca in rete aiuta a individuare facilmente i progetti migliori e, seppur sia davvero improbabile la stessa diffusione di mappe custom del gioco Nintendo, al momento il riscontro è decisamente buono. Purtroppo, sono poche le mappe che vale la pena di giocare davvero ma non è raro divertirsi con mappe e storie improbabili, che mischiano generi fantasy e fantascienza senza criterio. Sin dal giorno del lancio sono presenti dei pacchetti DLC gratuiti, a cui se ne aggiungono altri che elevano la spesa iniziale, per poter disporre di tutte le opzioni presenti.

RPG Maker Fes è un titolo assolutamente consigliato se si dispone di un 3DS e si conosce il programma, potendo contare su un editor e un quantitativo di opzioni estremamente vasto. Purtroppo, rinunciare a un tutorial compromette quella che avrebbe potuto essere la sua migliore incarnazione in assoluto ed è un peccato, perché è una scelta che inevitabilmente taglia fuori tanti giocatori che potrebbero non disporre di sufficiente tempo aggiuntivo per imparare come sviluppare un nuovo “To the Moon“. E, allo stesso modo, è un peccato non poter disporre sin da subito della totalità delle opzioni di sviluppo offerte dal gioco ma dover comprare DLC aggiuntivi per una spesa complessiva di circa venti euro.
Il fattore portatile, la possibilità di condividere e scaricare i progetti degli altri giocatori ne fanno tuttavia un acquisto consigliato, a patto di avere molta, molta pazienza e conoscere RPG Maker.

Ho provato a creare mondi con successi alterni e ho giocato storie di altri giocatori grazie a un codice gentilmente fornito da Coch Media
Pro: Editor completo e ricchissimo di opzioni a patto di conoscerlo o volendo. dedicare tempo a studiarlo
Contro: L’assenza di un tutorial pesa, così come pesano i contenuti extra a pagamento
6.5

Potrebbero interessarti

Recensioni

Circle of Sumo – Recensione

Yonder porta lo sport del sumo su Nintendo Switch, ma in un modo totalmente diverso da come potevamo immaginarlo. Circle of Sumo è una festa multiplayer!

Speciali

Fantastico Studio – Milan Games Week 2018

È tutto Fantastico La Milan Gamesweek è stata come al solito un grande momento di incontro tra ogni tipo di giocatori. Le cose da vedere

Recensioni

All-Star Fruit Racing – Recensione

Fruttariani, fatevi avanti! Da qualche anno a questa parte l’Italia ha iniziato a compiere i suoi primi passi nel mondo dell’intrattenimento videoludico. Sembra che il

Speciali

La mie paure per Metroid Prime 4

Attendo il nuovo Metroid Prime 4 con tutto me stesso. Ma gli ultimi giochi Nintendo, stanno facendo vacillare il mio entusiasmo. Perché?

Recensioni

Hey! PIKMIN – Recensione

Hey tu! Sì, parlo a te col fiore in testa! Hey Joe è un pezzo della tradizione americana portato alla ribalta dalla celeberrima versione di

Recensioni

Kirby’s Blowout Blast – Recensione

Una palletta rosa tra le parole Nintendo e 3DS! Kirby si trova alla grande su Nintendo 3DS/2DS: quella che la sfera rosa di HAL Laboratory ha

Recensioni

I and Me – Recensione

Non un gatto, ma due. O è lo stesso? I and Me è un misto tra platform e puzzle game che più indie di così

Recensioni

Flip Wars – Recensione

Flippami e Switchami tutto! Nintendo Switch e multiplayer, un connubio perfetto fin dal primo video che ha presentato al mondo la console della casa giapponese

No more posts to show