Sonic Boom Ghiaccio e Fuoco Anteprima

Anteprime

Sonic Boom: Fuoco e Ghiaccio – Anteprima

Scritto da

Pubblicato il
23 Settembre 2016

Uno dei segni di cambiamento del mondo videoludico più clamorosi degli ultimi anni è stato sicuramente l’approdo di Sonic su console Nintendo. Se vedere sfrecciare il porcospino blu di SEGA su un hardware made in Kyoto sarebbe una volta stato impensabile, una volta infranto il tabù l’ex rivale di Mario è stato protagonista di diversi titoli approdati su lidi nintendari, l’ultimo dei quali in ordine di tempo è rappresentato da Sonic Boom: Fuoco e Ghiaccio.

sonic-boom-fuoco-ghiaccio-screen01-anteprima-nintendon

Ai fan e agli appassionati di Sonic, a sentir nominare Sonic Boom sarà corso un brivido lungo la schiena: i due episodi precedenti della serie, l’Ascesa di Lyric e Frammenti di Cristallo non hanno riscosso, per usare un eufemismo, grande successo di critica e di pubblico e il timore di un flop è più che fondato anche per Fuoco e Ghiaccio. Considerando poi il fatto che anche questo titolo non è stato sviluppato dal Sonic Team, ma è stato affidato a Sanzaru Games, già developer di Frammenti di Cristallo, le premesse per un nuovo buco nell’acqua ci sono tutte.

sonic-boom-fuoco-ghiaccio-screen02-anteprima-nintendon

Le prime impressioni sono invece, sorpresa, abbastanza positive: la breve presentazione cui abbiamo assistito presso gli uffici di Nintendo Italia e una fugace prova con mano del titolo hanno restituito un feedback migliore di quanto ci si potesse aspettare, date le premesse di cui sopra. Certo, una cosa va tenuta bene a mente: la serie Sonic Boom non si rivolge prettamente ai fan classici. L’intera produzione strizza decisamente l’occhio alla serie animata, con lo stile, la grafica, le cut-scene che si staccano in maniera importante dai canoni classici della saga per andare a cercare l’interesse di chi segue il cartone in tv: la presenza delle voci dei doppiatori nel gioco è sintomatica in tal senso.

https://www.youtube.com/watch?v=4M3eR8V_hMc

Tenendo presente tal filosofia di fondo, il titolo sembra recuperare, almeno in parte, il feeling dei vecchi titoli di Sonic con un impostazione di gioco classica. Tradotto in parole povere, è possibile sfrecciare ad alta velocità lungo i livelli in perfetto stile Sonic: la corsa di Sonic e degli altri protagonisti del gioco pare integrarsi bene nel level design che consente un avanzamento fluido e regolare. Per chi invece ama avanzare con calma ed esplorare le ambientazioni con minuzia (benché in questo caso la caratteristica principale di Sonic, ovvero la velocità, vada in gran parte perduta), c’è la possibilità di approcciarsi al gioco in maniera platformisticamente più classica e andare alla ricerca di passaggi segreti, collezionabili e livelli sfida, presenti in gran quantità negli stage sparsi per le sette isole che compongono il mondo di gioco.

sonic-boom-fuoco-ghiaccio-screen03-anteprima-nintendon

In questo impianto di gioco, il ghiaccio e il fuoco presenti nel titolo vanno a inserirsi nel gameplay sotto forma di poteri che i personaggi del gioco potranno e dovranno utilizzare per procedere, sciogliendo ad esempio ostacoli congelati o ghiacciando superfici d’acqua sfrecciandoci sopra. Nonostante il continuo switch tra i due poteri rischi di spezzare oltremodo il ritmo frenetico di gioco che un fan di Sonic potrebbe voler ricercare, senza dubbio è una soluzione che conferisce, o almeno tenta di farlo, maggior varietà al gameplay.

sonic-boom-fuoco-ghiaccio-screen04-anteprima-nintendon

A questo aspetto il team di sviluppo sembra aver dedicato particolare attenzione, inserendo livelli da affrontare con approcci differenti: a fianco di stage nella classica impostazione di platform 2D, sono presenti sezioni di esplorazione subacquea (abbiamo provato un livello a tempo in cui Sonic prendeva le sembianze di un sottomarino) e finanche momenti in cui ci si troverà a sparare a tutto spiano. I poteri speciali e unici in possesso Sonic, Tails, Knuckles, Amy e Sticks conferiscono ulteriore vivacità, dal momento che sarà spesso necessario passare da un personaggio all’altro per procedere: colpendo ostacoli col martello di Amy o superando baratri, altrimenti insormontabili, col volo di Tails.

sonic-boom-fuoco-ghiaccio-screen05-anteprima-nintendon

La difficoltà appare ben calibrata e non mancano alcuni passaggi ostici, ma i molti checkpoint presenti, sperando non siano troppi, non renderanno le morti troppo frustranti. I comandi mostrano una buona reattività, sebbene l’incomprensibile mancanza dell’utilizzo della croce direzionale possa infastidire.

Il primo contatto con Sonic Boom: Fuoco e Ghiaccio è stato dunque discreto, molto meglio delle sensazioni restituite dalla prova dei suoi predecessori: ci riserviamo comunque di esprimere un giudizio completo a seguito di una prova più profonda e dettagliata.

599 PHP files were required to generate this page.