Yoshio Sakamoto si esprime sulla difficoltà di Metroid Dread

metroid-dread-nintendon
In un'intervista con Famitsu, Yoshio Sakamoto, il game director di Metroid, ha parlato della difficoltà di Metroid Dread e del bilanciamento del gioco.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Il game director di Metroid torna a parlare nuovamente dell’ultimo capitolo

Attraverso un’intervista con Famitsu, la nota rivista di videogiochi giapponese, il producer Yoshio Sakamoto ha parlato della difficoltà di Metroid Dread, il nuovo capitolo della saga pubblicato a ottobre su Nintendo Switch.

Sebbene sia considerato un titolo abbastanza impegnativo da qualche giocatore, Sakamoto ha spiegato che la natura punitiva degli E.M.M.I. e il modo in cui i giocatori imparano gradualmente a evitarlo, è stato progettato per rappresentare il modo in cui Samus diventa più forte nel corso dell’avventura.

Grazie alle nuove aggiunte, il gioco procede a un ritmo veloce. Era qualcosa a cui puntavi?

Yoshio Sakamoto: Abbiamo sviluppato molti Metroid e abbiamo pensato molto a quale sia il ritmo appropriato per ogni gioco. Per Metroid Dread, abbiamo perfezionato l’azione per essere adeguatamente veloce. In questo capitolo di Metroid l’azione è molto facile da controllare, cosa di cui sono personalmente entusiasta. Penso che questa potrebbe essere la migliore azione che abbiamo visto in un gioco di Metroid.

Penso che abbiate implementato qualcosa di veloce e facile da controllare. Come è stato bilanciare la difficoltà rispetto ai giochi precedenti?

Sakamoto: Ci siamo abituati alla difficoltà durante lo sviluppo, il che ha reso difficile capire come si sarebbe sentito un nuovo giocatore. Il bilanciamento è difficile a prescindere dal gioco, ma sia Nintendo che MercurySteam erano determinati a rendere gli elementi d’azione fluidi. Gli E.M.M.I. sono una componente diversa da qualsiasi cosa sia stata fatta prima e abbiamo fatto giocare molte persone in modo da poter mettere a punto un bilanciamento appropriato per un gioco d’azione. Una delle cose su cui ci siamo concentrati è stata quella di assicurarci che, quando un giocatore arriva a un game over, sappia cosa provare al prossimo tentativo.

Un bilanciamento che ha fatto venire voglia ai giocatori di ottenere vendetta

Sakamoto: Per esempio: Se si fa in modo che un E.M.M.I. non catturi un giocatore molto spesso, o che quando viene catturato possa scappare velocemente, non si può davvero esprimerne la paura, che è una componente fondamentale del gioco.

Metroid Dread è l’acclamato titolo della serie rilasciato l’8 ottobre 2021 in esclusiva Nintendo Switch. Il nuovo capitolo di Metroid è considerato il miglior videogioco del 2021 dalla rivista TIME, e si è anche aggiudicato il premio di best action/adventure alla cerimonia dei The Game Awards. In un’intervista, Yoshio Sakamoto aveva inoltre dichiarato che Metroid Dread non sarà l’ultimo capitolo della saga.

Cosa ne pensate a riguardo? Siete d’accordo con le parole di Sakamoto?

Potrebbero interessarti

No more posts to show