News

Nintendo racconta com’è nata l’idea di Switch OLED

Game

Attraverso un’intervista ufficiale pubblicata da Nintendo, sono stati rivelati nuovi retroscena sulla creazione del nuovo modello OLED di Nintendo Switch.

Attraverso un’intervista ufficiale pubblicata da Nintendo, sono stati rivelati nuovi retroscena sulla creazione del nuovo modello OLED di Nintendo Switch.

Nintendo-Switch-OLED-1-NintendOn
Ottobre 9, 2021

Ecco nuovi retroscena sullo sviluppo

Ieri è stato lanciato sul mercato Nintendo Switch OLED, il nuovo modello che porta diverse migliorie, tra cui uno schermo OLED da 7 pollici con una cornice più sottile, uno stand regolabile più largo e dispone di 64 GB di memoria interna. Attraverso un’intervista ufficiale pubblicata da Nintendo, Ko Shiota e Toru Yamashita, i principali sviluppatori che hanno lavorato alla console, hanno raccontato nuovi retroscena sullo sviluppo del nuovo modello.

Prima di tutto, cosa vi ha motivato a creare Nintendo Switch OLED?

Yamashita: Nelle prime fasi, stavamo considerando lo sviluppo di diverse varianti hardware e la nostra idea era di espandere Nintendo Switch in vari modi. Pertanto, stavamo pensando di rilasciare un nuovo modello della console a un certo punto, dopo la prima versione di Nintendo Switch. Tuttavia, a quel tempo, non avevamo deciso esattamente quali funzioni specifiche avremmo aggiornato e, mentre stavamo sviluppando Nintendo Switch Lite, speravamo di offrire un nuovo prodotto non solo per le persone che ne acquistano uno per la prima volta, ma anche per chi sta pensando di acquistare un modello secondario dopo aver acquistato l’originale.

Shiota: Come ha detto il signor Yamashita, anche io lanciare un nuovo modello di Nintendo Switch. Tuttavia, nella fase concettuale, non avevamo idee specifiche su quali caratteristiche includere. Dall’uscita di Nintendo Switch nel 2017, abbiamo avuto varie idee, fatto alcuni test, raccolto quei risultati e infine creato il nuovo modello che vedete ora, che finalmente siamo stati in grado di lanciare. Il retroscena è durante il periodo di trial-and-error, abbiamo preso in considerazione alcune tecnologie e, facendo riferimento a come i nostri clienti hanno giocato con Nintendo Switch, abbiamo deciso le idee e le tecnologie adottate nel nuovo modello.

Hai detto che all’inizio non avevi deciso cosa includere nello sviluppo del nuovo modello, ma mentre ti venivano in mente idee per le funzionalità, avevi dei criteri per selezionarle?

Shiota: Mentre stavamo decidendo cosa includere nel nuovo modello OLED, abbiamo fatto riferimento alle reazioni dei nostri clienti che stavano giocando a Nintendo Switch in tutto il mondo. Fortunatamente, credo che il concetto e l’esperienza di Nintendo Switch siano stati ben accolti. Quindi, piuttosto che creare qualcosa di completamente diverso, abbiamo deciso che sarebbe stato meglio mantenere la forma attuale e offrire un’esperienza migliore. In altre parole, volevamo “raffinare” le funzioni e il design esistenti. Quella prospettiva ha portato alle scelte tecniche che alla fine abbiamo fatto.

Yamashita: Poiché volevamo “raffinare” ciò che già avevamo, ci siamo assicurati di non aggiungere nuove funzionalità che non potevano essere utilizzate con il modello rilasciato in precedenza. Ad esempio, se aggiungessimo un nuovo pulsante o una nuova funzione ai controller Joy-Con, non saresti in grado di utilizzarlo lato software o nei giochi rilasciati in precedenza, a meno che non li aggiorniamo anche noi. Invece di farlo, abbiamo pensato che sarebbe stato meglio migliorare e potenziare le funzioni che gli utenti stanno attualmente utilizzando.

Quindi l’idea era quella di migliorare ulteriormente l’esperienza di gioco mantenendo le funzioni già esistenti.

Shiota: Esattamente.

Yamashita: Non è che non avessimo alcuni clienti che ci chiedevano funzioni o caratteristiche diverse. Fortunatamente, tuttavia, ho sentito che l’utilizzo degli attuali Joy-Con e le tre modalità di Nintendo Switch (modalità TV, modalità da tavolo e modalità portatile) erano ampiamente accettati nelle fasi di gioco. Quindi abbiamo pensato che se potessimo introdurre nuove funzionalità sullo stile di gioco esistente senza cambiarlo e renderlo più accattivante, potremmo essere in grado di portare Nintendo Switch ad ancora più persone.

Come hai appena detto, hai ascoltato il feedback dei clienti e hai deciso come migliorare il prodotto, ma questo è stato fatto unicamente per Nintendo Switch OLED? Oppure è qualcosa che Nintendo ha fatto anche per le console prodotte in passato?

Shiota: Le console, una volta lanciate sul mercato, hanno un ciclo di vita relativamente lungo fino alla fine della produzione. Pertanto, continuiamo a fornire prodotti con le stesse funzioni ai nostri clienti nel corso degli anni. Inoltre, continuare a fornire modelli con le stesse funzioni durante quel lungo periodo significa che abbiamo l’opportunità di ascoltare molti più opinioni dai nostri clienti. Gli sviluppatori di Nintendo hanno un forte desiderio di rispondere sempre candidamente al feedback dei clienti e il progresso tecnologico si verifica anche durante il ciclo di vita del prodotto, quindi combinandolo con l’opinione dei clienti, siamo in grado di migliorare il prodotto anche dopo il suo rilascio.

Tali sforzi sono effettuati non solo per Nintendo Switch OLED, ma anche per le piattaforme passate, e abbiamo preso in considerazione molte idee e tecnologie per migliorare anche i modelli attuali. In effetti, ci sono molti esempi in cui abbiamo adottato tali idee e tecnologie per apportare miglioramenti prima del lancio di questo nuovo modello. Pertanto, penso che sia il “destino” delle console che i miglioramenti continuino anche dopo il lancio.

Potrebbe interessarti: Nintendo conferma che i Joy-Con sono stati migliorati con Switch OLED

Gli sviluppatori hanno quindi dichiarato di aver ascoltato i feedback degli utenti e deciso di creare un nuovo modello di Nintendo Switch migliorando le funzionalità attualmente presenti, senza aggiungere caratteristiche che possano portare a problemi di compatibilità con i modelli precedenti.

Cosa ne pensate di quanto rivelato dai due sviluppatori? Credete che in futuro possano uscire nuove revisioni di Nintendo Switch?

Fonte: Nintendo,

One thought on “Nintendo racconta com’è nata l’idea di Switch OLED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *