Forbes attacca la grafica di Leggende Pokémon: Arceus

La verità può far male, ma voi cosa ne pensate delle parole di Paul Tassi su Leggende Pokémon: Arceus? La situazione è davvero così grave?

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

“Non ci sono scuse per come si presenta”

Ogni tanto arriva quel gioco Nintendo attaccato per la sua componente visiva. È il caso dell’attesissimo Leggende Pokémon: Arceus, che si è recentemente mostrato un lunghissimo trailer. Tanto lungo, quanto onesto. Il video mostra numerose feature di gameplay e non si preoccupa di imbellettare una grafica che, per un esponente come Forbes, è addirittura inaccettabile.

La nota rivista statunitense ha recentemente espresso i suoi dubbi circa la tecnologia che sta dietro al nuovo semi-open world di Game Freak, imputando le sue mancanze alla potenza di calcolo di Nintendo Switch, ma anche alla mancanza di una certa art direction da parte del team di sviluppo. Per Paul Tassi, l’autore dell’articolo, “l’assenza a tratti comica di texture” e l’aspetto “degno di un gioco per GameCube” sono colpa della macchina solo per metà:

I fan diranno che [Game Freak, NdR] non hanno mai realizzato un gioco in questo stile prima, ma nel 2022 non ci sono scuse per quanto sia scadente. E come noteranno molti fan di Switch, ci sono molti, molti altri giochi Switch che sembrano buoni o addirittura belli nonostante i vincoli tecnici del sistema. Un punto di riferimento comune è lo splendido stile artistico di Breath of the Wild, che sfrutta al massimo ciò che Switch ha da offrire, grazie alla sua direzione artistica.

Nonostante lodi il sistema di combattimento e la maggior parte delle animazioni, il giornalista non è affatto convinto del character design, appena passabile, e dalla presunta assenza di cura negli ambienti. Noi vi riportiamo quest’opinione “scomoda”, cercando di fare il punto della situazione insieme a voi: anche voi siete infastiditi dai limiti di Leggende Pokémon: Arceus? Se il gameplay dovesse confermarsi divertente e pieno di novità come promesso, riuscirete a sorvolare su una veste grafica inferiore a quella di un qualsiasi altro titolo del 2022 lanciato dalla concorrenza (o su Nintendo Switch stesso)?

Potrebbero interessarti

No more posts to show