Gary Bowser, membro del Team Xecuter, pagherà 4,5 milioni di dollari a Nintendo

Gary-Bowser-Team-Xecuter-NintendOn
Gary Bowser ha accettato di pagare 4,5 milioni di dollari a Nintendo of America per aver prodotto e commercializzato dispositivi per aggirare le protezioni delle console.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Un nome ricorrente per Nintendo

Gary Bowser, membro del Team Xecuter denunciato da Nintendo of America lo scorso aprile, si è dichiarato colpevole e ha accettato di pagare 4,5 milioni di dollari alla casa di Kyoto. Bowser è stato arrestato lo scorso anno nella Repubblica Dominicana ed è stato immediatamente trasferito negli Stati Uniti per essere processato.

Come si legge nel documento condiviso da TorrentFreak, l’imputato ha partecipato attivamente e consapevolmente a un’impresa di criminali informatici, sfruttando le vulnerabilità delle principali console per sviluppare e vendere dispositivi di elusione che hanno permesso ai propri clienti di utilizzare versioni piratate di videogiochi.

Team-Xecuter-1-NintendOn

Potrebbe interessarti: Nintendo produrrà il 20% in meno di console Switch a causa della crisi dei semiconduttori

Con il patteggiamento, Bowser accetta quindi di pagare a Nintendo of America 4,5 milioni di dollari ed è ancora a rischio d’incarcerazione, nel caso emergano altre azioni illecite. Inoltre ha acconsentito alla distruzione di una serie di oggetti che sono stati sequestrati dalla sua residenza nella Repubblica Dominicana, tra cui molti dischi rigidi, smartphone, modchip e Nintendo Switch.

Sebbene Gary Bowser debba pagare una cifra non indifferente e rischia ancora di passare qualche anno in carcere, non è da escludere una riduzione della pena, vista la collaborazione. Voi cosa ne pensate a riguardo?

Potrebbero interessarti

No more posts to show