Super Mario Sunshine, il doppiatore di Bowser racconta com’è stato dargli la voce

Tra richieste altamente tecniche e un'accoglienza del pubblico non ottimale, doppiare Bowser in Super Mario Sunshine non è stata un'impresa semplice per Scott Burns.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Non propriamente una passeggiata

Non sono molti i giochi della serie di Mario in cui sentiamo Bowser parlare. Tra questi, annoveriamo Super Mario Sunshine, dove a dare la voce al buffo villain fu Scott Burns, che in un’intervista ricorda l’esperienza.

Stare al microfono in uno studio di registrazione è sempre una gioia. Tutte le inibizioni vengono lasciate alle spalle e si va in “modalità: Facciamolo!”. Abbiamo registrato anche nella “Red Room”, celebre per tutti i cantanti e musicisti che si sono esibiti proprio là nello stesso posto che stavo occupando anch’io.
Nelle sessioni seguenti ho potuto lavorare direttamente sui video di Bowser, potendo calibrare le pedate e le risate. Aggiungere fisicità alla voce rende i personaggi ancor più tridimensionali… senza contare il fare un bel po’ di cardio dati i vari take richiesti!.

Naturalmente, Nintendo richiese alcune specificità:

Mi dissero che anche se Bowser era tecnicamente il “cattivo” il cui unico obiettivo era creare guai a Mario, non volevano che fosse troppo spaventoso dato che ci avrebbero giocato anche i ragazzini. Ci pensai un attimo e utilizzai la mia versione della “voce da Babbo Natale” ma con un po’ di ringhi in più. Gli piacque e così naque il primo Bowser parlante in inglese.
Penso che alcuni fan probabilmente avrebbero voluto una voce più minacciosa, e concordo con loro. Se potessi farla ora, mi piacerebbe dargli più sfumature. Mi dissero che avrebbero alterato anche il tono di alcune battute e di andare avanti per come stavo facendo.
Registrare voci per un videogioco è una cosa tanto attoriale quanto tecnica. Ogni battuta deve stare in una certa finestra temporale. Per esempio, mi direbbero “Ok, Bowser urla per esattamente 3.8 secondi, quindi rifacciamola.”oppure “Puoi farlo ringhiare, ma trasformarla poi in una risata dopo 4.5 secondi?”

Potrebbe interessarti:
Nintendo Direct – Il film di Mario arriverà nel 2022, rivelati gli attori americani

Non esattamente una passeggiata, insomma. Ora siamo curiosi di vedere come se la caverà Jack Black nel ruolo di Bowser nel film d’animazione di Illumination previsto per Natale del 2022.

Potrebbero interessarti

No more posts to show