The Pokémon Company diventa sponsor degli incontri di sumo

Pokémon Sumo Banner
The Pokémon Company diventa sponsor degli incontri di sumo attraverso l'acquisto dei banner nei vari eventi.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Affinità nella lotta.

Molti potrebbero dire che non esiste una grossa differenza tra gli incontri di sumo e quelli di Pokémon, tranne la parte in cui si cattura l’animaletto sconfitto all’interno di una sfera. I due mondi hanno trovato un nuovo punto di contatto ora che The Pokémon Company è diventata uno sponsor ufficiale degli incontri di sumo, in collaborazione con Nihon Sumo Kyokai.

In sostanza The Pokémon Company sponsorizza vari “kensho” banner che vengono fatti sfilare prima delle partite. Sui banner compariranno Pokémon ben conosciuti, da Pikachu a Makuhita, ed il loro design è basato proprio su quello dei lottatori sumo. Si calcola che i banner differenti saranno circa 200.

I banner cosiddetti “kensho” sono una rappresentazione del premio in denaro messo in palio dagli sponsor per le varie partite: ciascuno può arrivare a costare 62,000 yen che sono circa 470 euro. Circa il 90% di tale quota va al vincitore dell’incontro: metà viene ricevuta subito dopo l’incontro, mentre metà viene automaticamente versata nel suo fondo pensione.

I banner Pokémon compariranno all’interno di tornei durante i mesi di novembre e gennaio e i lottatori indosseranno per l’occasione alcuni kensho-mawashi (grembiuli indossati durante la cerimonia d’entrata nel ring) a tema Pokémon.

Potrebbe interessarti:
Pokémon Unite, ecco perché non potete vedere il punteggio nel corso di una partita.

Cosa ne pensate di questa iniziativa di The Pokémon Company? Avete mai seguito un incontro di sumo?

Potrebbero interessarti

No more posts to show