Konami ha guadagnato oltre 162.000$ dall’asta degli NFT di Castlevania

Castlevania-NFT-NintendOn
Il debutto di Konami nel mercato degli NFT ha portato risultati straordinari, tanto da far guadagnare all'azienda oltre 162.000$.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Un risultato impressionante

Lo scorso venerdì, in occasione del 35esimo anniversario di Castlevania, Konami ha messo all’asta 14 NFT (Non-Fungible Tokens) dedicati alla celebre serie, venduti in media a 12.000$ ciascuno e includevano principalmente artwork digitali, video gameplay e frammenti di brani musicali della colonna sonora. La vendita di questi beni digitali è avvenuta attraverso OpenSea, un marketplace online dedicato ai token non fungibili, e a quanto pare l’asta si è conclusa con risultati molto positivi per l’azienda.

In base a quanto riferito da VGC, sembrerebbe che Konami sia riuscita a guadagnare oltre 162.000$ grazie alla vendita degli NFT. La mappa del Castello di Dracula del primo titolo della serie è stato l’oggetto che ha raggiunto il prezzo più alto, venduto per 26.538$.

Konami-memorial-NFT-Castlevania-NintendOn

Altri elementi degni di nota includevano un video di tre minuti composto da spezzoni di gameplay di diversi capitoli di Castlevania (venduto per 17.518$) e un artwork di Circle of the Moon (venduto per oltre 17.000$). Visti i guadagni ottenuti attraverso l’asta, non sarebbe una sorpresa se Konami decidesse di organizzare altre iniziative dedicate alla vendita dei Non-Fungible Tokens anche per altre IP.

Cosa ne pensate degli NFT e delle aziende che osservano con grande interesse questo mercato?

Potrebbero interessarti

No more posts to show