Nintendo pensa che il futuro di Animal Crossing: New Horizons dipenda dal contenuto creato dagli utenti

animal-crossing-new-horizons-ago-filo
Il presidente di Nintendo of America Doug Bowser ha spiegato le sue due potenziali idee sul futuro di Animal Crossing: New Horizons.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

“Vedo due potenziali strade”

In un’intervista a Polygon, il presidente di Nintendo of America Doug Bowser ha spiegato le sue due potenziali idee sul futuro di Animal Crossing: New Horizons:

Vedo due potenziali strade, una che hai già menzionato, che è stata il nostro programma di aggiornamento proveniente dagli sviluppatori. E questo può riguardare le stagioni, può riguardare eventi, può riguardare migliorare le funzionalità di gioco. E questo continuerà andando avanti.

Doug Bowser

Potrebbe interessarti:
Miyamoto non è preoccupato di chi lo sostituirà e spiega la filosofia aziendale di Nintendo

Penso che la cosa davvero unica e diversa di Animal Crossing: New Horizons, tuttavia, sia anche la capacità delle persone di apprezzare davvero i contenuti creati dagli altri utenti, renderli disponibili e condividerli con i loro amici. E questo non accade con una cadenza. È un ambiente continuo, in continua evoluzione, un ambiente in cui le persone possono visitare le isole di qualcun altro e trarre vantaggio da quell’UGC (user-generated content), portarlo sulle loro isole e condividerlo. Quindi penso che sia un altro aspetto che sta davvero rafforzando il coinvolgimento nel tempo con Animal Crossing.

Doug Bowser

Siete d’accordo con le parole del presidente di Nintendo of America?

Potrebbero interessarti

No more posts to show