Nintendo Switch e il cloud gaming, secondo Reggie è impossibile al di fuori del Giappone

Reggie Fils-Aime Nintendo console PC Super Mario Run
In un'intervista il presidente di Nintendo America, Reggie Fils-Aime, ha dichiarato che attualmente il cloud gaming è impossibile al di fuori del Giappone.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Nel resto del mondo bisognerà aspettare ancora molto

Negli ultimi tempo abbiamo sentito sempre più parlare del cloud gaming che, secondo alcune software house – EA e Ubisoft in primis – sarà il futuro dei videogiochi. Anche su Nintendo Switch abbiamo due titoli basati sul cloud, Assassin’s Creed Odyssey e Resident Evil VII, ma solo in Giappone, dove la qualità delle infrastrutture può garantire prestazioni eccellenti.

A parlare di ciò è anche Reggie Fils-Aime, dichiarando che il clud gaming è impossibile al di fuori del Giappone. Persino gli Stati Uniti vengono esclusi dal presidente di Nintendo of America:

Questa tecnologia è un’esclusiva per il Giappone a causa dell’infrastruttura internet che esiste in quel paese. Funzionalità wireless ad altissima velocità. La capacità di avere una grande esperienza in Giappone è profonda. L’infrastruttura tecnica non esiste perché ciò avvenga attualmente qui negli Stati Uniti.

Quando poi gli si è fatto notare che negli USA esistono altri servizi di cloug gaming e streaming, come Google’s Project Stream (che permette di giocare ad Assassin’s Creed Odyssey tramite il browser Chrome), Reggie ha spiegato che le prestazioni non soddisfano i requisiti minimi di Nintendo:

Se parli con giocatori molto attivi e con esperienza, c’è un alto livello di insoddisfazione a causa di un ritardo e altre cose che accadono attualmente.

In questo momento, dunque, è impossibile vedere giochi in cloud al di fuori del Giappone. Quanto dovrà passare prima che anche negli USA e in Europa potremo avere giochi come Assassin’s Creed Odyssey e Resident Evil VII in Cloud Version?

Potrebbero interessarti

No more posts to show