Pokémon GO, un ragazzo russo rischia tre anni di carcere per averci giocato in chiesa

Aggiornamenti Pokémon GO
Un ragazzo russo si filma mentre gioca a Pokémon GO in chiesa e pubblica in seguito il video. Ora rischia tre anni e mezzo di prigione.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Il russo Ruslan Sokolovsky sapeva che si sarebbe cacciato nei guai giocando a Pokemon GO all’interno di una chiesa. La legge in Russia, infatti, lo proibisce definendolo “incitamento all’odio religioso“. Non essendo d’accordo con ciò, il ragazzo ha quindi deciso di giocare al titolo mobile in chiesa, filmandosi nel mentre.

Come potrete facilmente immaginare, a seguito della pubblicazione del video, Sokolovsky ha ricevuto la visita delle autorità. È probabile che andrà incontro alla pena massima, che prevede tre anni e mezzo di prigione. La sentenza sarà divulgata l’11 maggio, quindi scopriremo presto il destino del giovane ragazzo russo. A seguire il video incriminato:

 

Cosa ne pensate? È la legge russa ad essere eccessivamente severa o il ragazzo ad essere stato un tantinello sconsiderato? O entrambe le cose?

 

Potrebbero interessarti

No more posts to show