Chrono Cross: Radical Dreamers è un disastro per Digital Foundry

chrono-cross-NintendOn
La remastered di Chrono Cross: Radical Dreamers è un lavoro scadente secondo Digital Foundry

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Un lavoro ai limiti della decenza per la remastered del jRPG Square Enix

I ragazzi di Digital Foundry hanno messo le mani su una copia di Chrono Cross: Radical Dreamers per PlayStation 4/5 e Nintendo Switch, l’edizione rimasterizzata del grande classico videoludico del mercato JRPG.

Malgrado le orde di fan esaltati all’idea di poter rimettere mano a un gioco così importante e amato, Digital Foundry ha rivelato quanto poco di buono questa versione abbia da offrire rispetto all’originale pubblicata all’epoca su PlayStation 1.

In particolar modo:

  • L’upscaling dell’IA nella nuova modalità grafica provoca un aspetto acquerello sbavato
  • Le texture di base hanno un effetto increspatura
  • I modelli dei personaggi sono stati aggiornati
  • Con la grafica classica, ai giocatori vengono mostrate immagini grezze, pensate per schermi a 240p
  • Gli oggetti 3D hanno una risoluzione maggiore, causando una mancata corrispondenza
  • Chrono Cross: The Radical Dreamers Edition ha una risoluzione da 900p a 936p per tutti i modelli 3D
  • HUD 1080p per i menù
  • Testo per battaglie downgradato nella modalità grafica originale
  • Il filmato di apertura è stato aggiornato
  • Gli FMV nel gioco reale vengono presentati senza aggiornamenti
  • La musica dietro gli FMV è molto compressa
  • Il frame rate della Radical Dreamers Edition è peggiore dell’originale PS1 in alcuni punti
  • Il passaggio alla grafica classica offre una frequenza di fotogrammi migliore rispetto alla nuova grafica
  • Punta a mantenere i 30 FPS sulla mappa e nei combattimenti
  • 60 FPS nei menù
  • La frequenza dei fotogrammi può variare notevolmente tra i target
  • Soprattutto in battaglia può scendere a 20 FPS, 15 FPS e persino un picco a 10 FPS in momenti come quando viene lanciato un grande incantesimo
  • Il frame rate della versione Switch è essenzialmente lo stesso di PS4/5
  • Frame rate leggermente migliore in modalità portatile
  • Stuttering alla fine di ogni battaglia, il quale non esisteva nella versione PS1

Insomma, il lavoro svolto da Square Enix su questa nuova versione sembra veramente povero e di poco valore, non in grado di far risplendere questa storica produzione del prestigio che invece meriterebbe. E voi, avete già acquistato Chrono Cross: Radical Dreamers per Nintendo Switch?

Potrebbero interessarti

No more posts to show