News

Xenoblade Chronicles: Definitive Edition, gli sviluppatori parlano di Un Futuro Comune

Game

Nell’ultimo numero di Famitsu, il presidente di Monolith Soft Takahashi ha spiegato perché è nato Un Futuro Comune.

Nell’ultimo numero di Famitsu, il presidente di Monolith Soft Takahashi ha spiegato perché è nato Un Futuro Comune.

Xenoblade Chronicles Definitive Edition
25 Maggio 2020

Un epilogo che farà contenti molti?

Oltre a limitarsi a migliorare il gioco graficamente e apportare alcune piccole modifiche, Monolith Soft ha aggiunto anche dei contenuti inediti alla Definitive Edition di Xenoblade Chronicles. I giocatori di questa nuova versione potranno, infatti, giocare a Un Futuro Comune, un nuovo epilogo che si svolge dopo la trama del gioco originale.

Nel numero di questa settimana di Famitsu, Tetsuya Takahashi, presidente e fondatore di Monolith Soft, ha spiegato perché è nato Un Futuro Comune, ecco la sua dichiarazione:

Tetsuya Takahashi

È stato perchè ci siamo sentiti male per Melia… e sto solo scherzando a metà quando lo dico. Con Un Futuro Comune saremo in grado di attirare anche chi ha già giocato a Xenoblade Chronicles; inoltre, vi sono alcuni dettagli lì che si collegano con il futuro di Xenoblade. Quindi l’abbiamo creato per due motivi e mezzo. Un altro motivo è che avevamo una mappa inutilizzata del gioco principale, la spalla di Bionis, che abbiamo trovato appropriata per la storia.

Takahashi ha anche aggiunto che Mamoru Ohta, il regista, ha finito la storia di Un Futuro Comune dopo che gli sceneggiatori si sono riuniti per decidere la direzione della narrazione.

Cosa ne pensate? Acquisterete Xenoblade Chronicles: Definitive Edition?

Fonte: Famitsu,