News

Doom Eternal, inizialmente il gioco era davvero noioso

Scritto da

Pubblicato il
22 Marzo 2020

Doom noioso, qualcuno ci crederebbe mai?

Avreste mai pensato che Doom Eternal, l’ultimo sparatutto in prima persona targato Id Software, nelle sue fasi preliminari fosse di una noia disarmante?

Eppure pare davvero che la situazione iniziale fosse così. A raccontarci questo simpatico aneddoto ci pensa Hugo Martin , il Director del gioco, in un’intervista rilasciata ai ragazzi di ShackNews.

Hugo Martin, Game Director

“Non potrai metterci le mani sopra, ma il gioco è diventato davvero noioso perché nulla poteva toccarti. Potevi scappare via da proiettili e nemici così facilmente da poter saltare attraverso l’intero gioco come se niente fosse. Non era divertente. “

Com’è possibile, quindi, che da un tale livello si sia arrivati all’eccellente gioco che è oggi Doom Eternal? Qual’è stata la scintilla che ha permesso al team di costruire un seguito assolutamente degno e già amato da critica e fan?

In parole povere, il team di sviluppo ha capito che dovevano guardare a Doom 2016, alle sue svariate possibilità di miglioramento su tantissimi campi, per trovare nuovamente la chiave del successo. Quello che è stato un “one-trick pony“, un colpo fortunato, si è trasformato in una possibilità di creare un prodotto ancora superiore.

Che ne pensate? Attendete con ansia l’arrivo di Doom Eternal anche su Nintendo Switch? Fino ad allora, però, potreste accontentarvi del sempre glorioso Doom 64, magari accompagnato dal neonato Animal Crossing New Horizons.

Fonte: ShackNews,