News

Analizziamo gli effetti positivi di Fire Emblem su Intelligent Systems

Game

Analizziamo l’impatto che Fire Emblem ha avuto sulla software house dietro il suo sviluppo: Intelligent Systems.

Analizziamo l’impatto che Fire Emblem ha avuto sulla software house dietro il suo sviluppo: Intelligent Systems.

25 Febbraio 2020

Una vera e propria gallina dalle uova d’oro!

Fire Emblem è passata da essere una serie di secondo piano, a uno dei più importanti gioielli della corona di Nintendo (a volte, anche troppo inflazionato…) e la sua recente ondata di popolarità ha prevedibilmente avuto un impatto positivo su Intelligent Systems, lo studio che ha dato i natali alla saga. Grazie a Siliconera, abbiamo un’analisi abbastanza dettagliata della crescita di questa software house.

Prima del lancio di Fire Emblem: Awakening e Fire Emblem Fates per 3DS, lo studio impiegava 130 persone. Da gennaio 2020, i dipendenti sono diventati 169, la cifra più alta che ci sia mai stata in azienda. L’organico è composto da 68 graphic designer, 63 programmatori, 14 “pianificatori” (il termine giapponese per designer) e 10 addetti alla creazione del suono. Ci sono 4 ingegneri hardware e altre 10 persone per l’amministrazione. Le “quote rosa” sono al 31%.

Più personale significa ovviamente più costi ma fortunatamente, il capitale di Intelligent Systems è aumentato di conseguenza e quindi questo non costituisce un problema. Nel 2011, la società era quotata a 23,9 milioni di Yen. In sei anni, il valore della società è più che triplicato, visto che nel 2017 era quotata a 90 milioni di Yen.

Quando si dice “una storia a lieto fine”.

Fonte: Siliconera,