News

Pokémon HOME in arrivo a febbraio 2020, rivelati tutti i dettagli

Scritto da

Pubblicato il
28 Gennaio 2020

In arrivo un nuovo servizio cloud per Nintendo Switch e altri dispositivi compatibili

The Pokémon Company ha presentato al mondo Pokémon HOME. Si tratta di un servizio basato su Cloud per Nintendo Switch e per dispositivi mobili compatibili, pensato come una casa virtuale nella quale riunire i nostri pocket monsters.

Il servizio avrà sia un piano gratuito che un piano premium, che ci farà accedere a funzioni aggiuntive. Il piano premium, che avrà un costo di 2.99 al mese, prevede anche pacchetti da 3 mesi, al costo di 4,99 o annuali, a 15.99.
Entrambe le versioni, sia per Nintendo Switch che per dispositivi mobili, supportano il collegamento con il software per Nintendo 3DS Banca Pokémon, ma grazie al piano a pagamento potremo trasferire Pokémon direttamente dalla Banca Pokémon, depositare fino a 6.000 Pokémon rispetto ai 30 consentiti dal piano gratuito e unirsi ad uno scambio di gruppo, avendo anche la possibilità di organizzarlo. Inoltre, sarà disponibile un servizio di valutazione per i nostri pocket monsters, simile a quello che abbiamo già visto su Pokémon GO.

Pokémon Home supporta il collegamento con tutti gli ultimi titoli della serie arrivati su Nintendo Switch, ossia Pokémon Spada e Scudo e Pokèmon: Let’s GO Eevee e Let’s GO Pikachu. Tuttavia, una volta trasferito un Pokèmon da uno di questi titoli, non potremo più rinviarlo al gioco di provenienza, ma si potranno comunque spostare i nostri pocket monsters da Pokèmon Let’s GO Eevee a Let’s GO Pikachu, e viceversa. In futuro invece il servizio sarà esteso anche a Pokémon GO.

Inoltre, ci sarà un Box prodigioso che ci permetterà di scambiare Pokémon con i giocatori di tutto il mondo, anche mentre non si è attivi in Pokémon HOME. Gli scambi si potranno effettuare anche grazie al Global Trade System, che ci permetterà di specificare quali Pokémon vogliamo scambiare e quali vogliamo ricevere, e potremo persino richiedere Pokémon che non abbiamo ancora registrato nel nostro Pokèdex Nazionale. Inoltre, oltre al classico scambio 1:1 con utenti che potremo aggiungere alla nostra lista amici, si potranno anche organizzare scambi di gruppo, fino ad un massimo di 20 persone, ma saranno scambi al buio, infatti non sapremo quale Pokèmon riceveremo fino alla fine dello scambio.

Quando depositeremo dei Pokémon nei Box di Pokémon HOME, questi verranno registrati nel Pokédex Nazionale in tutte le loro forme evolutive e sui dispositivi mobili sarà possibile anche consultare un elenco delle abilità e delle mosse che ogni Pokémon potrà imparare.
Sempre sulla versione per dispositivi mobili potremo ricevere Doni Segreti sia di Pokémon HOME che degli ultimi titoli della serie, ovvero Spada e Scudo, ma questa funzione sarà disponibile solo per gli utenti con più di 16 anni di età e dobbiamo ricordare sempre che a seconda del tipo di dispositivo e di sistema operativo, alcune funzioni potrebbero non essere supportate.

Grazie al raggiungimento di determinati obbiettivi, tutti visibili nella schermata home del nostro Pokémon HOME, otterremo degli adesivi che ci permetteranno di personalizzare il nostro profilo. Grazie a questa schermata, saremo anche in grado di vedere ogni tipo di informazione riguardo ad eventi o giochi collegati al servizio.

Inoltre, sull’app per dispositivi mobili potremo controllare l’andamento delle lotte dei nostri pocket monsters e ricevere notifiche sugli eventi che vedono coinvolto il servizio, come la distribuzione di un determinato Pokémon tramite regalo.

Avremo anche a disposizione dei punti Pokèmon HOME, che accumuleremo depositando Pokémon e che saranno convertibili in PL sulla versione per Nintendo Switch, che potremo quindi utilizzare nei giochi della serie principale.

Vi lasciamo una tabella riassuntiva sulle principali funzioni di questo nuovo servizio, e sulle differenze tra la versione per Nintendo Switch e quella per dispositivi mobili.

Pensate di provare questo servizio?

629 PHP files were required to generate this page.