News

Boktai: The Sun Is in Your Hand, Kojima voleva anche un sensore per il respiro

Scritto da

Pubblicato il
30 Dicembre 2019

Genio o follia?

Boktai: The Sun is in Your Hand è un videogioco di ruolo d’azione-avventura rilasciato da Konami per Game Boy Advance nel 2003.

Il gioco aveva la caratteristica particolare di sfruttare un sensore (incluso nella confezione del gioco) per ricaricare le armi ad energia solare, spingendo quindi le persone ad uscire a giocare sotto il sole.

Boktai fu sviluppato da Kojima, ed egli aveva grandi ambizioni per questo gioco, al punto di voler introdurre un sensore per misurare l’odore del respiro del giocatore. Kojima lo racconta in questa vecchia intervista, facendo l’esempio che se nel gioco fossero comparsi dei vampiri, allora il giocatore avrebbe dovuto mangiare dell’aglio per avere il “respiro giusto” e poterli così eliminare.

Kojima era molto entusiasta di questa idea e pensò addirittura di far uscire il gioco in due versioni, una con il sensore per la luce solare e l’altra con il sensore per il respiro, ma il resto dello staff trovò assurda quest’idea e così il gioco è venuto poi fuori come lo conosciamo.

E mentre Kojima parla di un titolo uscito su Nintendo, qualche settimana fa Sakurai ha detto la sua su Death Stranding.

Che ne pensate di questi sensori? Secondo voi possono ancora avere spazio nella scena videoludica?

Fonte: Shmuplations,
636 PHP files were required to generate this page.