Reggie Fils-Aime: Wii fu una “scommessa coraggiosa”

Reggie Fils-Aime, ex-presidente di Nintendo of America, parla dei dubbi attorno al Wii prima del lancio.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Col senno di poi siamo tutti veggenti

Il Wii è stato uno dei sistemi Nintendo più venduti di sempre con oltre 100 milioni di unità vendute in tutto il mondo. Ma, a pensarci, il successo della piattaforma era tutto meno che garantito prima del lancio. In particolare, prima della release, erano parecchi i dubbi sul nome e sull’utilizzo preponderante dei sensori di movimento.

Reggie Fils-Aime, ex-presidente di Nintendo of America, ha recentemente parlato di quei tempi durante una sua recente conferenza a Cornell. Wii è nato a causa della “mancanza di innovazione nei giochi e nelle console“. Si è anche riferito a “l’interazione tra i giocatori e il gioco” guidata da Wii e Wii Sports (che a sua volta è stato un grande successo) come “una scommessa coraggiosa che è stata ripagata”. Di seguito la sua dichiarazione completa:

Reggie Fils-Aime

Ciò è stato guidato dalla curiosità intellettuale durante una crisi del mercato dei videogiochi. Nintendo vide una mancanza di innovazione nei giochi e nelle console – una mancanza di divertimento. Wii e Wii Sports hanno cambiato l’interazione tra giocatori e gioco. È stata una scommessa coraggiosa che è stata ripagata.

Durante la stessa conferenza Reggie ha anche parlato del WiiU, di Iwata e molto altro. Cosa ne pensate?

Potrebbero interessarti

No more posts to show