News

Shuntaro Furukawa parla dei rischi dell’intrattenimento, innovazione e riduzione dell’instabilità aziendale

Scritto da

Pubblicato il
05 Gennaio 2019

Scopriamo insieme le parole del nuovo presidente di Nintendo

Il presidente di Nintendo Shuntaro Furukawa è stato recentemente intervistato da Nikkei. Furukawa ha svelato alcune interessanti informazioni sul futuro dell’azienda e gli sono state richieste diverse domande come il rischio di trovarsi improvvisamente come presidente di Nintendo e nel settore dell’intrattenimento, il suo approccio nel guidare la società oltre al difficile impegno di innovarsi.

Ma vediamo nel dettaglio le risposte del presidente:

Hai messo nel mercato molte console e software, potrebbe sempre derivarne un grosso rischio…

F.: Siamo nel settore dell’intrattenimento, non c’è molto che possiamo fare per scongiurare questo rischio. Per noi, il principio guida con cui operiamo consiste nell’offrire ai clienti di tutto il mondo modi innovativi e unici per giocare. Non voglio che il pensiero dei nostri sviluppatori sia “cosa dovrei fare se falliamo?”. Il mio ruolo fondamentale è quello di facilitare un ambiente in cui tutti possano dimostrare le proprie capacità. Io stesso non sono uno sviluppatore professionista, quindi lascio il vero sviluppo ai leader che possono decretare qual’è un buon gioco e quale no.

Sei completamente libero?

F: Beh, lasciare tutto agli altri sarebbe da irresponsabili. Risparmio molto tempo per assicurarmi che le persone che ho lasciato in carico abbiano una comprensione reciproca. Per quanto riguarda le decisioni su come dovremmo migliorare la nostra tecnologia e la direzione in cui Nintendo dovrebbe procedere, baso le mie decisioni finali sul modo di pensare dei leader dello sviluppo.

Non penso sia una buona idea dare completa libertà. Voglio che ci sia più equilibrio tra libertà e disciplina.

Ti sei mai imbattuto in un “dilemma dell’innovazione”, in cui i successi del passato dell’azienda fossero magari maggiori rendendo, di fatto, l’innovazione impossibile?

F: Non siamo davvero fissi sulle nostre console. Attualmente stiamo offrendo l’esclusivo Nintendo Switch e il suo software, ed è questo il modo su cui basiamo “l’esperienza Nintendo”. Detto questo, la tecnologia cambia. Continueremo a pensare in modo flessibile su come fornire quell’esperienza col passare del tempo.

Sono passati più di 30 anni da quando abbiamo iniziato a sviluppare console. La storia di Nintendo risale ancora più lontano, e attraverso tutte le lotte che hanno dovuto affrontare l’unica cosa a cui hanno pensato è stata la prossima cosa da fare. A lungo termine, forse la nostra attenzione come azienda potrebbe spostarsi dalle console domestiche: la flessibilità è importante quanto l’ingegno.

Ti aspetti che le fluttuazioni delle prestazioni aziendali da qui in poi possano continuare?

F: Sto pensando a piccoli modi in cui possiamo ridurre questo tipo di instabilità. Mi piacerebbe aumentare la quantità di giochi su Smartphone che hanno un continuo flusso di entrate. Ci dilettiamo anche nei parchi a tema e nei film, divesi modi per far sì che i nostri personaggi facciano parte della vita di tutti i giorni.

Dunque rivelazioni sicuramente importanti da parte del nuovo presidente di Nintendo. E voi cosa ne pensate di queste parole? Fatecelo sapere nei commenti.

Fonte: Nikkei,