YoYo Games: ‘Il porting da GameMaker Studio 2 a Nintendo Switch avviene in poche ore’

Il general manager James Cox di YoYo Games si è espresso a proposito della velocità con la quale i giochi vengono esportati sull'ibrida giapponese.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Giusto il tempo di pranzare

Per chi ancora non lo conoscesse, GameMaker Studio 2 è un game engine che permette ad aspiranti sviluppatori di creare videogiochi in 2D. Viene spesso usato per i novizi e per insegnare game design. Nonostante la semplicità strutturale, tuttavia, l’engine ha permesso a giochi come Hyper Light Drifter, Undertale, Minit, Nidhogg 2 e Crashlands di prendere vita e ritagliarsi un posto tra i migliori prodotti indipendenti presenti sul mercato.

Da poco GameMaker Studio 2 è entrato nella open beta per Nintendo Switch e, nel corso di un’intervista, il general manager James Cox di YoYo Games si è espresso a proposito della velocità con la quale i giochi vengono esportati sull’ibrida giapponese.

Ecco le sue parole:

GameMaker Studio 2 permette agli sviluppatori di esportare i loro giochi da GameMaker su tante altre piattaforme, inclusi desktop, web, mobile e console con un codice di base. Quuando abbiamo lanciato l’open beta per Nintendo Switch il 9 agosto, abbiamo sentito che gli sviluppatori erano riusciti a far girare i loro giochi su Switch in un paio d’ore.

A proposito della ricezione di questa nuova possibilità:

La ricezione è stata incredibile. Avevamo richiste dalla nostra community ogni singolo giorno prima dell’annuncio. Dopo aver annunciato la partnership, più di 1400 sviluppatori si sono iscritti per ricevere informazioni e in molti erano ansiosi di essere coinvolti nella versione ad accesso anticipato. Siamo molto felici di com’è andata.

Insomma, sembra che il supporto a Nintendo Switch ripagherà sia i piccoli sviluppatori che l’ibrida giapponese.

Potrebbero interessarti

No more posts to show