Splatoon 2, il produttore spiega come fermano i messaggi di odio all’interno dell’hub di gioco

Parlando con Kotaku, il produttore di Splatoon 2 Hisashi Nogami spiega come eliminano i messaggi di odio condivisi nella piazza.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Un team cerca sempre di tenere pulita la piazza di Splatoon 2

A Piazza Inkopolis, l’hub principale di Splatoon 2, i giocatori possono condividere le propria fan art, meme e suggerimenti utili con altri utenti. Questo crea un senso di comunità tra i giocatori e aiuta l’universo di Splatoon a sentirsi vivo. Sfortunatamente, questo significa anche la comparsa di alcuni messaggi poco educati così come all’interno delle mappe multiplayer.

Parlando con Kotaku, il produttore di Splatoon 2 Hisashi Nogami ha spiegato che i post che ricevono più “Mi piace” appaiono più spesso; in teoria, questo significa che il sistema può essere usato per far prevalere i commenti odiosi, “un po ‘come il mondo reale”.

Non vogliamo davvero che la gente usi la piazza come un modo per ferire le persone o dire cose offensive o fare qualcosa contro la legge.

Mentre una parte del team di sviluppo è responsabile di “individuare i peggiori trasgressori”, Nogami ha detto che il gruppo è piccolo. In definitiva, i post degli utenti vengono eliminati gradualmente durante il normale processo del gioco.

Sappiamo che molti argomenti sono qualcosa su cui qualcuno si sente positivamente e un’altra persona potrebbe sentirsi negativamente… Non vogliamo calare il martello su tutto. E così, finché qualcosa non sale a galla per le ragioni sbagliate o qualcosa viola la valutazione [del gioco] per qualche ragione, proviamo a lasciare che il sistema risolva il problema. Speriamo davvero che le persone utilizzino questo sistema come mezzo di comunicazione e per celebrare il gioco.

Potrebbero interessarti

No more posts to show