I giocatori giapponesi non sono contenti dell’arrivo della Street Fighter 30th Anniversary Collection

Il popolo giapponese non ha apprezzato la scelta di capcom di mettere nella Street Fighter 30th Anniversary Collection la lingua inglese.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Pochi giorni fa Capcom aveva svelato al mondo l’arrivo della Street Fighter 30th Anniversary Collection, un titolo che contiene quasi tutti i giochi del picchiaduro e che, contemporaneamente, festeggia i 30 anni del noto brand videoludico.

L’annuncio, a quanto pare, non ha reso però felice tutta l’utenza: a protestare maggiormente possiamo trovare il popolo del Sol Levante, che di questa edizione, non ha gradito come Capcom abbia deciso di mettere la localizzazione più “tradizionale” su tutti i giochi (ovvero l’inglese) al posto di quella giapponese.

In Giappone la serie videoludica contiene qualche piccola differenzazione se confrontata con quella che il mondo conosce: dai dialoghi ai nomi di alcuni personaggi (M. Bison, ad esempio, è conosciuto come Vega, mentre Balrog (in Giappone) è visto come M. Bison). Dunque cosa ne pensate di questa protesta? Ricordiamo che il gioco arriverà su Nintendo Switch a partire dal mese di maggio del 2018.

Potrebbero interessarti

No more posts to show