Nintendo Switch, alcuni giochi richiederanno l’installazione di dati aggiuntivi

Nintendo ha annunciato che alcuni giochi, tra cui NBA 2K18, richiederanno l'installazione di alcuni dati aggiuntivi per poter funzionare del tutto.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Come tutti sappiamo, Nintendo Switch permette di utilizzare una scheda microSD per ampliare la memoria della console, in modo da poter installare giochi, aggiornamenti, DLC e demo senza doversi preoccupare dei limiti imposti dai 32 giga interni. Fino ad oggi si trattava sempre di contenuti opzionali ma, come riportato da IGN, Nintendo ha comunicato che alcuni titoli, per poter funzionare del tutto e offrire un’esperienza di gioco completa, necessiteranno di installare alcuni dati aggiuntivi, tra questi troviamo NBA 2K18.

I giochi in questione, in ogni caso, sia nella versione boxata sia in quella scaricabile su eShop, riporteranno sempre la necessità di installare questi dati aggiuntivi: in caso non lo si facesse, infatti, si potrà giocare solo ad una porzione del gioco, con modalità e livelli inaccessibili. Ecco come Nintendo ha comunicato la cosa:

Se acquisti una versione fisica di un gioco che richiede una scheda di memoria microSD aggiuntiva, sarai in grado di riprodurre una parte del gioco (ad esempio, livelli o modalità specifiche). Per godere del gioco completo è necessario scaricare dati aggiuntivi. A seconda dei requisiti di archiviazione per ogni gioco, potrebbe essere necessario acquistare una scheda microSD per espandere lo spazio di archiviazione. Quando si acquista una versione digitale del gioco, potrebbe anche essere necessario acquistare una scheda microSD a seconda delle esigenze di archiviazione del gioco e dell’archiviazione disponibile nella console di Nintendo Switch del consumatore.

Non ci capiterà dunque di comprare un titolo e scoprire, solo una volta avviato, che abbiamo bisogno di scaricare dati aggiuntivi per giocarlo in modo completo, ma la cosa potrebbe far storcere il naso a tutti coloro che non hanno ancora una scheda microSD e che quindi, in caso di giochi come NBA 2K18, si troveranno costretti ad acquistare.

Potrebbero interessarti

No more posts to show