ARMS, Nintendo parla del design dei personaggi, delle influenze di Mario Kart e molto altro

switch arms first look gameplay video
Nel corso di un'intervista a Game Informer, il producer Kosuke Yabuki e l'art director Masaaki Ishikawa di ARMS hanno parlato del gioco per Nintendo Switch.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Manca sempre meno all’arrivo di ARMS su Nintendo Switch: in questi giorni abbiamo potuto provare il titolo grazie al Global Testpunch (in corso proprio oggi e domani) e l’attesa per il picchiaduro per la console ibrida giapponese è sempre maggiore.

A parlare di ARMS nel corso di un’intervista a Game Informer ci hanno pensato il producer Kosuke Yabuki e l’art director Masaaki Ishikawa, rivelando parecchie informazioni:

Game Informer: Com’era la prima versione di ARMS?

 

Kosuke Yabuki: ARMS è uno dei tanti prototipi che abbiamo sperimentato. Cerchiamo sempre di fare nuove cose in Nintendo e questa è una di loro. Inizialmente era un gioco molto più semplice con personaggi più vicini tra loro e che avevano dispositivi attaccati alle estremità delle loro mani, ma anche all’inizio la telecamera era dietro il personaggio e ciò non è cambiato. Stavamo pensando che quando si crea un gioco di combattimento, è davvero importante la distanza che hai fra te e il tuo avversario, ma potrebbe essere difficile vedere quella distanza quando la telecamera è dietro la parte posteriore del giocatore. Quindi, con queste armi estese, abbiamo lavorato sodo per vedere se ci fosse stato qualcosa che potevamo fare – qualsiasi tipo di nuova idea – per rendere tutto più facile. E abbiamo ufficialmente lanciato lo sviluppo di questo progetto con le braccia allungabili.

 

GI: Nella storia di ARMS, le persone possono scegliere di avere le braccia allungabili? Possono avere un intervento chirurgico per farlo? O sono solo alcune persone che hanno queste armi?

 

Ishikawa: Alcune cose sono ancora segrete. Non posso davvero dirvi tutto, ma quello che posso dire è che non è una cosa che possono scegliere, non qualcosa che è possibile implementare con la chirurgia. È possibile che alcuni personaggi abbiano avuto queste braccia allungabili dalla nascita ed è anche possibile che alcuni personaggi, improvvisamente… un giorno, si siano svegliati ed erano diversi da prima. Quindi, in realtà, ci sono davvero diverse possibilità che potrebbero essere la causa di questo. Quindi, a parte Helix, tutti gli altri personaggi come Spring Man, Ribbon Girl e Min Min, sono solo normali persone con braccia estensibili e non cyborg e qualcosa di simile.

 

GI: Hai lavorato ampiamente sulla serie Mario Kart. Mario Kart è ovviamente molto diverso da ARMS, ma ci sono riferimenti o comunque l’esperienza dello sviluppo del racing game ti ha aiutato nello sviluppo poi di ARMS?

 

Yabuki: Per Mario Kart Wii abbiamo avuto il volante, in modo che i giocatori potevano utilizzare i comandi di movimento, ma si poteva anche giocare con il controller pro e controlli più tradizionali in modo da offrire davvero la libertà di scelta ai giocatori. Per ARMS, abbiamo portato avanti questa lezione. I controlli di movimento sono una grande caratteristica di questo gioco, ma i giocatori possono ancora utilizzare il controller pro o i controlli tradizionali e scegliere il modo con cui vorrebbero giocare. Questa è una delle lezioni che abbiamo appreso da Mario Kart. I comandi di movimento in ARMS consentono effettivamente controlli più precisi; i due giroscopi permettono una certa regolazione precisa a sinistra e a destra sui pugni. A differenza di Mario Kart, crediamo davvero che con i sensori di movimento si abbia un gameplay più preciso in ARMS; con un po’ di pratica si possono ottenere risultati migliori rispetto ai controlli classici.

 

GI: Twintelle ha davvero colpito. Cosa pensi della community di fan che si sono focalizzati su di lei?

 

Yabuki: Non ci aspettavamo veramente che i fan sarebbero stati così presi da lei, quindi è stata una sorpresa molto piacevole! Come ho appena detto, sono davvero contento che il nostro sforzo nel creare personaggi con un design originale sia apprezzato dai consumatori.

Tante informazioni interessanti che rivelano alcuni retroscena sullo sviluppo di ARMS, che ricordiamo sarà disponibile su Nintendo Switch a partire dal 16 giugno.

Potrebbero interessarti

No more posts to show