Nintendo Switch, alcuni retailer Giapponesi parlano dei preorder

Amelia Nintendo Switch Tour Nindies Spagna Wi-Fi framerate browser video su YouTube pubblicità germania inghilterra partita salvataggi
Famitsu ha intervistato, alcuni giorni prima dell'uscita di Nintendo Switch, tre dei principali retailer Giapponesi chiedendo loro l'andamento dei preorder.

Condividi l'articolo

Famitsu ha intervistato, alcuni giorni prima dell’uscita di Nintendo Switch, tre dei principali retailer Giapponesi chiedendo loro l’andamento dei preorder.

Le tre catene che hanno partecipato a questa intervista sono: GEO, una catena nazionale che si occupa principalmente di vendere e fittare CD e DVD, con 1686 negozi di cui 1331 di essi vendono anche videogames, non tutti però hanno effettuato preorder; Bic Camera, una catenza nazionale specializzata in elettrodomestici e apparecchi per la casa, con solo 20 negozi in edifici giganteschi e multipiano localizzati nei più rinomati settori delle più grandi città Giapponesi; Games Maya, un rivenditore piccolo ed indipendente, ma molto conosciuto in Giappone.

Da ognuno di questi negozi Famitsu ha ricevuto dei dati che spiegano come sono andati i preorder, e forniscono anche qualche piccola curiosità.

GEO vende principalmente a clienti sui 30 anni e a famiglie, come già detto precedentemente non tutti i negozi della catena hanno fornito la possibilità di effettuare preorder, ma quelli che lo hanno fatto hanno esaurito i preordini in 2 giorni. Per evitare ciò che era successo precedentemente con Famicon Mini, PSVR e PlayStation 4 al loro lancio, molti clienti hanno effettuato subito il preorder per non rimanere senza console il giorno del lancio. I preorder sono finiti prima per il colore grigio di Nintendo Switch, mentre quella neon è stata ordinata principalmente da donne o da donne per i propri figli. I giochi più preordinato sono stati Zelda Breath of the Wild, 1-2 Switch e Super Bomberman R. L’accessorio più ricercato è stato il carring case ufficiale. Per il rappresentante di GEO il prezzo di lancio sembrava giusto.

I clienti di Bic Camera non sono sembrati molto entusiasti per il lancio di Nintendo Switch, ma lentamente l’interesse è cresciuto quandop sono stati aperti i preordini. Il Bic Camera di Yurakucho aveva 200 persone in fila per Nintendo Switch, quello di Ikebukuro aveva una fila di ben 700 clienti. Il più preordinato inizialmente è stato il Nintendo Switch grigio, ma quando sono finiti è aumentato il numero dei preordini per il colore neon. Zelda Breath of the Wild e 1-2 Switch sono stati i giochi maggiormente preordinati, mentre Dragon Quest Heroes I-II ha avuto più preordini di cio che ci si aspettava. Anche per rappresentante di Bic Camera il prezzo era appropriato e il negozio ha subito ordinato nuove console.

I clienti di Games Maya hanno espresso da subito un grande interesse per Nintendo Switch, già dalla sua presentazione, molti hanno espresso la volontà di comprare la console indipendentemente dal prezzo che avrebbe avuto. Il giorno dell’apertura dei preordini si sono create lunghissime file, e tutti i preordini sono stati esauriti entro mezzogiorno. Il rappresentante del negozio ha detto che si è avuta una maggiore reazione dei clienti rispetto al lancio di altre console, ma nonostante questo sono state ordinate nuove unità da vendere. Anche qui il colore più venduto è stato il grigio, ma i bambini hanno preferito il colore neon, per molti però non c’era una preferenza per il colore, l’importante era riuscire a preordinare una console, il rapporto finale per i preordini dei due colori e di 6 grigie per ogni 4 neon. Anche per Games Maya i giochi più preordinati sono stati Zelda Breath of the Wild e 1-2 Switch. L’accessorio più venduto è stato il Pro Controller ed è stato ordinato sopratutto da chi ha acquistato Zelda Breath of the Wild. La domanda di console ha superato di tre volte le unità disponibili al giorno del lancio. Per il rappresentante del negozi il prezzo della console è stato visto come a buon mercato da parte dei clienti, più economico di quanto il rappresentate stesso si sarebbe aspettato e che se non fosse stato sotto il prezzo di PlayStation sarebbe stato più difficile.

Potrebbero interessarti