Stardew Valley: il titolo ha richiesto 70 ore di lavoro a settimana per 4 anni

Eric Barone, lo sviluppatore di Stardew Valley, ha svelato dei retroscena riguardante lo sviluppo del gioco, presto in arrivo anche su Nintendo Switch.

Condividi l'articolo

Eric Barone, lo sviluppatore di Stardew Valley, ha svelato dei retroscena riguardante lo sviluppo del gioco, presto in arrivo anche su Nintendo Switch.
Secondo quanto riportato da Gamasutra, il titolo di Eric Barone ha rischiesto ben 70 ore di lavoro a settimana per 4 anni, prima che venisse portato a termine lo sviluppo. Un impegno ripagato dal successo che ha riscontrato il titolo a inizio dell’anno su STEAM. che lo vedrà protagonista anche sulle console nel 2017, compreso ovviamente Nintendo Switch.
Potete osservare alcune delle dichiarazioni di Eric Barone su Stardew Valley, in calce all’articolo.

“Sono sempre stato ossessionato dalla creazione di cose, da quanto rimembro della mia vita, ho trascorso il mio tempo libero a realizzare scarabocchi, creare delle musiche, scrivere… praticamente tutti i diversi aspetti necessari alla creazione di un gioco. Ovviamente non sapevo il momento in cui avrei trovato un modo per combinare tutte queste cose per portare una visione coesa alla vita”.
“Non c’è tempo di tenere il passo con tutto ciò che accade, quando si stanno impiegando 70 ore a settimana nel proprio raison detre. Molte volte in passato penso di essere stato bloccato, ma era un passato in cui mondi di gioco erano creativi e magici… una celebrazione di un avvenimento speciale, un opprimente sensazione di meraviglia che sperimentiamo, così come succede ai bambini.”

 

Potrebbero interessarti