Intervista a Peter W. Meldahl di Rain Games – Esclusiva

Durante il Gamescom ho avuto la possibilità e il piacere di intervistare Peter W. Meldahl, CEO di Rain Games, sul loro nuovo titolo: World to the West.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email
GO TO PAGE 2 FOR ENGLISH VERSION

Durante il Gamescom ho avuto la possibilità e il piacere di intervistare Peter W. Meldahl, CEO di Rain Games, sul loro nuovo titolo: World to the West.


Qual è l’ambientazione di World to the West?

World to the West è il sequel di Teslagrad, dove l’Europa è divisa in quattro grandi nazioni in competizione fra di loro. Una comprendente tutta l’Europa centrale, una il Sud Europa (Spagna e Italia), un’altra il Regno Unito e l’Irlanda, e l’ultima comprendente l’Europa dell’est. Quando le tensioni fra queste potenze aumentano al punto da far temere una guerra, le nazioni organizzano una spedizione ognuna verso il nuovo continente a ovest. Questo continente, corrispondente alla nostra America, fu dimora di un antico popolo, ora scomparso, con una tecnologia avanzatissima. L’obiettivo di queste tre di queste quattro spedizioni è recuperare queste tecnologie per spaventare i nemici con esse, ed evitare la guerra.

WorldToTheWest-Screenshots-nintendon

Chi sono i personaggi di World to the West e a cosa sono ispirati?

I quattro protagonisti di World to the West provengono ognuno da una nazione differente. La Teslamancer ha le stesse abilità del protagonista di Teslagrad, e usa quindi l’elettricità. Lo Strong Aristocrat, proveniente dal Regno Unito è ispirato agli aristocratici esploratori inglesi del diciottesimo secolo, che spavaldamente e con la forza bruta affrontarono la natura incontaminata americana. La Mindbender viene invece da Sud Europa, e utilizza i suoi poteri mentali per controllare i mostri e avanzare nei livelli. Lo Scrappy Survivor invece non sa di essere in America, pensa invece di essere sulla Luna. La sua nazione infatti ha costruito un cannone per sparare degli uomini sulla Luna e ottenerne le risorse, missione ben diversa da quella degli altri protagonisti. Lo Scrappy Survivor invece è precipitato nel nuovo continente, ed è l’unico superstite del suo gruppo. Da questo risulta interessante come ogni nazione abbia la sua scienza, e come ognuna sia sbagliata in qualche modo.

In che modo sono sbagliate le conoscenze scientifiche?

Le conoscenze scientifiche di ogni nazione sono incomplete, come il pensare di poter sparare un uomo sulla Luna. Abbiamo curato molto questi dettagli nella nostra storia e avranno un ruolo centrale nella trama.

Come si useranno invece i diversi personaggi?

Ognuno di loro ha abilità diverse, e avrà dei livelli dedicati. Ad un certo punto della storia però si incontreranno, e sarà possibile scegliere con quale personaggio avanzare, ed ogni livello da quel punto sarà completabile da tutti i personaggi e dalle loro diverse abilità. Giocando con un personaggio si incontreranno gli altri come NPC, e la loro storia proseguirà.


World to the West sarà disponibile prossimamente per Nintendo Wii U.

 

Potrebbero interessarti

No more posts to show