Sakurai ha bisogno di riposo

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

“Sviluppare Super Smash Bros. distrugge la vita privata”

Nella sua rubrica personale su Weekly Famitsu, il mai troppo venerato Masahiro Sakurai ha confessato che sviluppare titoli della portata di Super Smash Bros. è al di fuori della portata umana. Oltre a distrugge la vita privata delle persone, ha visto disintegrato il suo tempo libero:

“Ho lavorato dalla mattina a notte fonda, anche nei fine settimana e durante le mie vacanze. Difficilmente ho trovato del tempo libero, anche solo per giocare ai videogiochi”.

Ma non solo, Sakurai ha anche aggiunto che ormai l’età inizia a farsi sentire e per lui sta diventando proibitivo seguire i ritmi che seguiva quando era giovane: ai tempi di Super Smash Bros. Melee è riuscito a lavorare 13 mesi di fila, senza pausa, senza nemmeno un giorno libero.

“Verso la fine c’è stato un periodo in cui lavoravo 40 ore, senza dormire, poi andavo a casa e mi prendevo un po’ di tempo libero per dormire”.

Sebbene un ciclo di sviluppo così pensate e proibitivo, tanto da cambiare il comportamento e l’aspetto fisico del director, Masahiro si è detto contento di poter sviluppare un titolo con così tanti personaggi iconici. Lo sviluppatore ha poi concluso affermando che, sebbene non sia depresso, lo sviluppo di questi due titoli è stato più che difficile.

L’ultima versione di questa iterazione, Super Smash Bros. For Wii U, sarà pubblicata in Europa il 28 novembre, in concomitanza con gli amiibo.

Potrebbero interessarti

No more posts to show