Presentato il nuovo Zelda per Wii U, una sola parola: fiabesco.

Condividi l'articolo

Avanti, ditelo: chi si aspettava uno Zelda atipico, che deludesse le aspettative, che magari proponesse un’esperienza ben lontana dai canoni della serie per “costringerla” nelle peculiari caratteristiche del Gamepad del Wii U?

Beh, miscredenti (me compreso).
Nulla di tutto questo: nessun esperimento, nessuna scelta stilistica fuori dall’ordinario e difficilmente digeribile dal pubblico (seppur infinitamente apprezzata e lodata negli anni successivi. Sì, mi riferisco naturalmente a Wind Waker), e neanche un gameplay che sembri esulare dalle tipiche caratteristiche di uno Zelda, ma semplicemente… Zelda.

La fiaba, l’avventura, le pianure sconfinate di Hyrule ed Epona, tutto sembra tornato al suo posto ma potenziato all’ennesima potenza, come se nulla fosse cambiato da quel lontano 1998, anno d’uscita del gioco entrato nel cuore di tutti i videogiocatori di quell’epoca d’oro: Ocarina of Time.

Ed è questo che abbiamo ammirato oggi nel Digital Event di Nintendo: un generico 2015 ed un video, bellissimo, che sembra racchiudere in quei pochi minuti una magia senza tempo, la magia di una delle serie più belle della storia dei videogiochi.
La leggenda dell’eroe del tempo ritorna quindi ancora una volta, e noi siamo più che impazienti di reimmergerci nelle magiche atmosfere di Hyrule al fianco di Link.
Vi lascio alla visione dello splendido video in testa all’articolo, senza rovinarvi la sorpresa e lo stupore che potrebbe generare il contenuto del video.
Buona visione!

Potrebbero interessarti