Intervallo Nintendo #2 – Donkey Kong Country

Intervallo Nintendo

Condividi l'articolo

A modo loro, anche gli spot pubblicitari rivestono notevole importanza nel panorama culturale-mediatico della società moderna. Ci sono spot pubblicitari che fanno ridere, altri che fanno riflettere o altri ancora banali, ma lo scopo è sempre lo stesso: convincere il cliente ad acquistare un prodotto o sensibilizzarlo verso qualche tema (come le pubblicità progresso).

Quando parliamo di videogiochi, lo scopo è certamente quello di convincere il giocatore ad acquistare il prodotto, attraendolo e convincendolo che sia il gioco che sta cercando. Sicuramente ai giorni nostri, con l’avvento delle nuove tecnologie e l’accesso alla rete ovunque e in qualsiasi momento, lo spot pubblicitario ha perso potenza, dal momento che è più facile per le persone informarsi, tramite recensioni, social network o altri mezzi prima di passare all’acquisto.

Tuttavia, la pubblicità resta il mezzo fondamentale per far conoscere un prodotto alla massa, oltre che far girare l’economia ovviamente. Nel campo videoludico, l’uscita di un nuovo gioco è quasi sempre accompagnata da uno spot pubblicitario, a volte con sceneggiature divertenti e geniali, altre volte presentando solamente sequenze di gioco.

Questo preambolo per farvi capire che in questa rubrica parliamo di pubblicità. Nello scorso appuntamento ci siamo soffermati su alcuni spot della console NES. Questa volta invece voglio mostrarvi alcuni spot inerenti alla serie Donkey Kong Country, visto che ultimamente ho trattato della serie e di Rare nelle mie rubriche.

Cominciamo con uno spot di Donkey Kong Country per SNES trasmesso negli Stati Uniti. Pur essendo uno spot senza tanti fronzoli, è interessante notare come le cose importanti da sottolineare siano lo stile grafico all’avanguardia e il fatto che non si trovi su altre console, ma solo su Super Nintendo.

Passiamo a un altro spot, questa volta più divertente, per pubblicizzare la versione giapponese di DKC per GBA. Il messaggio è chiaro: Donkey Kong può cavalcare gli struzzi.

Altro spot giapponese, ma questa volta per il secondo capitolo della serie Country. Ricordiamo che in Giappone la serie non si chiama Country ma Super Donkey Kong. Inoltre, se passate al secondo video della playlist, troverete un altro spot dello stesso gioco in cui si punta sulle melodie ritmiche e scandite, spesso utilizzate negli spot giapponesi per facilitare la memorizzazione del prodotto.

Un altro spot divertente per DKC2, ma per la versione portatile. Sicuramente le due scimmie sono un po’ sproporzionate rispetto al contesto.

Lo spot statunitense di DKC3 è certamente uno dei più divertenti della serie.

Non potevamo che concludere con uno dei tanti spot giapponesi dell’ultima fatica dello scimmione, Tropical Freeze. Oltre ai loro buffi costumi che riprendono i personaggi del gioco, il messaggio che Nintendo vuole trasmettere è chiaro e semplice: il gioco è estremamente divertente, soprattutto se giocato in compagnia.

Questi sono solo alcuni degli spot della serie Donkey Kong Country e danno un’idea sommaria di quello che è stato realizzato per pubblicizzare il gioco. Certamente nessuno di questi brilla in maniera eccelsa, ma sicuramente Nintendo ha cercato di sponsorizzare al meglio il proprio prodotto, spesso sottolineando di come, soprattutto i primi tre capitoli per SNES, fossero all’avanguardia e graficamente qualcosa di mai visto prima.

Prima però di concludere definitivamente, vi lascio con questa perla che ho trovato su Youtube e di cui ignoravo l’esistenza: una serie TV incentrata su Donkey Kong Country, realizzata nel 1994 in Francia e trasmessa anche negli Stati Uniti e in Giappone. In Italia era prevista la programmazione, ma poi venne annullata. Di seguito trovate il primo episodio di questa serie in computer grafica interessante e raccapricciante allo stesso tempo.

Potrebbero interessarti