News

Cala la mannaia di Nintendo su un nuovo progetto

Scritto da

Pubblicato il
11 Novembre 2013

Il mese scorso uno studente universitario, Josh Goldberg, ha lanciato un nuovo progetto che ha permesso ai giocatori di giocare per intero Super Mario Bros. direttamente dai loro browser Internet. Il progetto era chiamato “Full Screen Mario” e comprendeva anche dei livelli generati casualmente e un editor di livelli.

Purtroppo, il sito è stato poi fermato. Nintendo ne ha provocato la chiusura adducendo, come ovvia motivazione, la “violazione della sua IP”.

Un avviso pubblicato sul sito Full Screen Mario riporta:

“I personaggi protetti da copyright di Nintendo e i videogame sono legati ad una versione non autorizzata di Super Mario Bros., videogioco di Nintendo (US Copyright Reg. PA0000273028, supp da PA0000547457), giocabile attraverso il sito web in violazione dei diritti esclusivi di Nintendo.”

FullScreenMario.com è stato trovato in violazione del Digital Millennium Copyright Act (DMCA) e,Venerdì 1 novembre, è stato chiuso da un reclamo ufficiale DMCA di Nintendo. Il sito web ha permesso ai giocatori di giocare un remake open source HTML5 di Super Mario Bros, gioco di Nintendo del 1985, contenente gli originali 32 livelli, un generatore di mappe casuale e un editor di livelli. Questo ha portato alla violazione dei diritti d’autore e marchi di Nintendo.

Full Screen Mario è stato apprezzato da quasi 2,7 milioni di visitatori unici in quasi un mese di popolarità, in 6 continenti e decine di lingue. Sono contento che così tante persone hanno avuto modo di apprezzare il gioco, e non vedo l’ora di lavorare su progetti nuovi e interessanti (e legali).

Non è la prima volta che Nintendo blocca progetti dei suoi fan, ricordo ancora il caso suscitato dall’impedimento, da parte di Nintendo, alla creazione di un fan movie su Metroid.

In questo caso, penso, la situazione è leggermente diversa. Si mette a disposizione gratuitamente un gioco appartenente a Nintendo al quale vengono anche apportate delle modifiche. Mi trovo d’accordo con la decisione di Nintendo.

E voi, cosa ne pensate?

 

Fonte: NintendoEverything