Nintendo QuestiOn

Nintendo QuestiOn #2 – Perché Zelda è stata chiamata così?

Pubblicato il
12 Novembre 2013

Cosa significa Nintendo? Perché Zelda si chiama così? Perché Mario è un’idraulico italiano? Che shampoo usa Iwata? Ecco, quello che cercheremo di fare in questa rubrica è di trovare una risposta a queste domande e a molte altre ancora, in modo da conoscere in maniera più approfondita tutto quello che concerne Nintendo. Solo così potrete considerarvi dei veri fan!

Avete richieste particolari? Volete sapere qualcosa di più sul vostro gioco preferito o volete semplicemente soddisfare la vostra sete di curiosità su un particolare argomento? Scriveteci! Faremo il possibile per trovare le risposte a ogni vostra richiesta!

In questo secondo appuntamento, poiché manca poco all’uscita del nuovo episodio di The Legend of Zelda in esclusiva per Nintendo 3DS, credo sia interessante svelare quello che credo per molti dei nostri lettori sia ancora un mistero, cioè perché è stato scelto il nome Zelda per la serie.

Prima di iniziare vi posso dare un piccolo suggerimento: avete mai sentito parlare di Francis Scott Fitzgerald? Bene, presto capirete perché.

Zelda in Super Smash Bros. Brawl
Figura 1. Zelda in Super Smash Bros. Brawl

 

Nel 1985 Shigeru Miyamoto stava lavorando a Super Mario Bros., il Disk System (periferica per il Famicon) stava per uscire e serviva un titolo per il lancio. Miyamoto voleva sfruttare le potenzialità del Disk System per creare un gioco in cui due giocatori potessero creare ed esplorare i dungeon. Iniziarono lo sviluppo, rendendosi però conto che la parte più divertente era l’effettiva esplorazione dei labirinti sotterranei. Il team realizzò quindi un gioco in single player con un dungeon dentro una montagna chiamata Death Mountain. Poi crearono anche il mondo esterno con foreste, laghi e campi.

Figura 2. Shigeru Miyamoto con spada e scudo di Link

Il gioco stava prendendo forma, ma il titolo non era ancora stato deciso. Miyamoto voleva chiamarlo The Legend of qualcosa, ma non sapeva cosa. Un giorno il PR gli disse “Perché non crei un libro di favole per questo gioco?”. Lui suggerì una storia illustrata in cui Link salvava una principessa dalla bellezza senza tempo e disse “c’è la moglie di un famoso scrittore americano che si chiama Zelda. Che ne dici di usare questo nome per rappresentare la bellezza eterna?”. Vi ricordate che vi ho chiesto se conoscevate Fitzgerald? Il noto scrittore in questione era proprio lui. A Miyamoto il nome piacque molto e fu così che il titolo della serie divenne The Legend of Zelda.

Il nome del protagonista invece è Link poiché “connette” la gente assieme e il suo compito è diffondere l’energia del mondo attraverso i secoli.

Infine Impa, la balia e guardia del corpo di Zelda, nasce invece dal termine inglese impart (impartire, dispensare).

Francis Scott Fitzgerald con la moglie Zelda
Francis Scott Fitzgerald con la moglie Zelda

 

Bibliografia:

Le informazioni presenti in questo articolo sono tutte prese dall’edizione inglese di The Legend of Zelda. Hyrule Historia (2013, Dark Horse Comics), un libro che consigliamo caldamente ad ogni fan di Zelda e non. L’edizione inglese è disponibile anche su amazon.it ad un prezzo modico.

Fonte immagini:

Figura 1: Smash Bros. Dojo

Figura 2: Zelda informer

Figura 3: Gruppo di lettura