Mario Party: durante la sua produzione furono scartate quasi 200 tracce musicali

Il compositore del primo Mario Party, Yasunori Mitsuda, rivela di come circa 200 tracce musicali composte per il gioco furono scartate.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

A rivelarlo è stato proprio il compositore del titolo

Il compositore della colonna sonora di Mario Party, Yasunori Mitsuda, ha condiviso interessanti informazioni sul titolo in questione, in occasione del suo debutto sull’applicazione Nintendo Switch Online per il Nintendo 64.

Mitsuda dichiara che Mario Party fu il suo primo lavoro e gli venne chiesto di comporre musica jazz adatta per il party game Nintendo. Tuttavia, presentata la colonna sonora al game director, le tracce furono tutte quante scartate, ironizzando sul fatto che questo sia un suo personale record ancora oggi. Qui sotto potete trovare il tweet ufficiale, tradotto dal giapponese all’inglese da gosokkyu:

A quanto pare, il direttore di Mario Party desiderava nello specifico una soundtrack da “grande banda jazz“, probabilmente senza evidenziarlo al compositore. Voi cosa ne pensate di questa bizzarra vicenda?

Potrebbero interessarti

No more posts to show