Gli sviluppatori di Octopath Traveler II parlano della grafica HD-2D in un’intervista

Famitsu ha avuto l'occasione di intervistare Square Enix, per sapere di più sui retroscena dell'atteso Octopath Traveler II.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Square Enix dichiara di essere migliorata con l’esperienza

La pubblicazione di Octopath Traveler II, seguito dell’apprezzato JRPG di Square Enix, si sta avvicinando. In un’intervista da parte di Famitsu, gli sviluppatori raccontano come sono riusciti a realizzare l’imminente titolo, dando merito all’esperienza accumulata nella creazione di JRPG in 2D. Qui sotto potete trovare l’intervista completa in italiano:

Abbiamo parlato di HD-2D poco fa, quindi vorrei chiedere informazioni sulla grafica in dettaglio. Quando dici “pixel art con densità e dimensioni maggiori”, mi vengono in mente i giochi del Super Nintendo rilasciati alla fine della vita della console… La grafica di questo gioco sarebbe simile a quella di Chrono Trigger, per esempio?

Miyauchi: Sì. L’ultima volta avevamo in mente una nostalgia inclusiva a cui molte persone si aggrappano, ma pensavamo che non sarebbe cambiato molto se avessimo usato di nuovo lo stesso metodo. Questa volta dovevamo ampliare il campo di applicazione. Immaginando lo splendido scenario in pixel art che disegnavano allora – le scene di prova in Chrono Trigger, ad esempio – miravamo ad alzare il livello dell’espressività con HD-2D creando immagini perfette indipendentemente dallo screenshot.

Takahashi: Octopath Traveler è stato rilasciato, poi è arrivato Triangle Strategy e poi Live A Live… Sono stati rilasciati diversi giochi HD-2D, ma ovviamente Octopath Traveler è ancora l’originale e penso che Acquire fosse il suo genitore. Quando abbiamo iniziato a parlare di puntare al Super HD-2D, abbiamo discusso molto su quale tipo di grafica sarebbe stata la migliore. E ormai, penso che anche le persone abbiano aspetti positivi per Octopath Traveler. Pertanto, dobbiamo creare qualcosa di così carino da superare ciò che le persone vedono attraverso quegli occhiali. Questo era in parte il nostro obiettivo.

Se parliamo di presentazione, a differenza dell’ultimo gioco che aveva solo una vista dall’alto, questa volta sembra che siano state preparate una serie di disposizioni per la ripresa.

Miyauchi: Sì. Viene elaborato in modo diverso anche internamente, poiché mentre l’ultima volta abbiamo utilizzato eventi con script, questa volta abbiamo utilizzato le funzionalità dell’Unreal Engine, facendo le cose come faremmo per una scena 3D.

Takahashi: A dire il vero, l’ultima volta è stata come una battaglia tra Octopath Traveler e la nostalgia per i giochi Super Nintendo, e questa volta è una battaglia contro la nostalgia per il gioco precedente. Penso di aver finalmente capito dopo aver ascoltato tutti qui oggi.

Questa volta i personaggi sembrano tutti più alti, e mi chiedo se questo sia anche un nuovo tentativo relativo alla presentazione.

Miyauchi: Se avessimo solo aumentato la risoluzione dello sfondo, i personaggi sarebbero apparsi strani e abbiamo anche pensato che sarebbe stato bello poter esprimere emozioni negli eventi della storia. Ma il motivo principale è per le battaglie. Aumentare l’altezza dei personaggi cambia molto la presentazione in combattimento. Mentre l’ultima volta abbiamo riutilizzato le stesse animazioni in una certa misura, questa volta ci sono animazioni diverse per ogni abilità, quindi puoi dire che abbiamo aumentato l’altezza di tutti per facilitarlo.

Anche il lavoro di ripresa durante le battaglie sembra cambiato.

Miyauchi: Sì. Abbiamo reso le cose appariscenti quando avrebbero dovuto essere e mantenuto alcune cose le stesse dell’ultima partita quando appropriato, e penso che siamo riusciti a rendere la presentazione molto varia.

Octopath Traveler II arriverà su Nintendo Switch e non solo il 24 febbraio del 2023.

Potrebbero interessarti

No more posts to show