Nier;Automata, arriva l’analisi tecnica di Digital Foundry

nier automata Nintendo Switch
Tutti i dettagli dell'ennesimo porting che i fan consideravano impossibile su Nintendo Switch

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

La lente d’ingrandimento di Digital Foundry ha raggiunto l’opera di Yoko Taro

Nier,Automata è un gioco molto amato dalla community e non solo e il suo arrivo su Nintendo Switch ha portato molte persone a chiedersi quale sarebbe stato il livello del porting eseguito da Virtuos, azienda che ormai si è specializzata nella creazione di porting per Nintendo Switch.

A spiegare tutto nei minimi dettagli ci ha pensato Digital Foundry la quale, dopo aver preso la schedina del gioco e averla passata ai raggi X, ci ha fornito un lungo e interessante video analisi dedicato proprio all’opera targata Square Enix e Yoko Taro.

In poche parole:

  • La risoluzione raggiunge i 1080p in docked e 720p in portatile
  • Il Framerate è stabile attorno ai 30 fps, con sporadici cali nelle parti più complesse del gioco fino a un minimo di 20 fps nelle situazioni molto concitate
  • Il framerate è più stabile in modalità portatile
  • Differentemente dalle versioni originali, su Nintendo Switch è stato aggiungo l’Anti Aliasing
  • Le texture hanno subito un downgrade
  • I modelli poligonali dell’erba sono stati sostituiti con quelli della versione alpha
  • Il look&feel generale è paragonabile all’esperienza su PlayStation 4 e Xbox One, in certi frangenti addirittura superiore
  • Sono state usate nuove tecniche di rendering che nascondono bene le differenze di hardware
  • Il pop-up di certe texture è presente anche su Nintendo Switch così come accadeva su PlayStation 4 e Xbox One
  • L’illuminazione volumetrica è stata molto ridotta
  • In certi ambiti l’illuminazione originale è stata ridotta

Quindi, benché i ragazzi di Virtuos abbiano dovuto trovare gli ovvi compromessi dati da un hardware meno prestante, la versione per Nintendo Switch di Nier;Automata è comunque un piccolo gioiellino che merita di essere giocato anche sulla console ibrida. Certamente il framerate dimezzato rispetto al passato potrebbe essere un ostacolo difficile da digerire per alcuni giocatori, ma il fatto che sia molto più stabile rispetto ai 60 fps estremamente ballerini della release originale rende il tutto comunque perfettamente godibile.

Potrebbero interessarti

No more posts to show