Un artista di Retro Studios parla della sua frustrazione generata dai vecchi rumor su Zelda

Diversi rumor volevano Retro Studios al lavoro su un nuovo Zelda, ma si sono rivelati infondati. Un artista di Donkey Kong ci parla di quel periodo.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Spesso le voci di corridoio non portano solo benefici

Retro Studios è una software house first party su cui Nintendo ha fatto molto affidamento nel corso degli anni: oltre ad aver portato alla luce una delle serie più amate della grande N, ovvero Metroid Prime, lo studio si è cimentato anche nello sviluppo degli ultimi due Donkey Kong Country, ovvero Returns e Tropical Freeze.

Nel periodo di transizione in cui Retro Studios aveva appena pubblicato Metroid Prime Trilogy, la rimasterizzazione per Nintendo Wii dei primi due titoli per GameCube insieme al nuovo Metroid Prime 3: Corruption, la software house stava si era già messa al lavoro per sviluppare il nuovo Donkey Kong, ma hanno cominciato a circolare molte voci che avrebbero voluto i Retro dietro l’ideazione di un nuovo Zelda.

Eric Kozlowsky è un’artista che ha lavorato a grandi titoli come Brütal Legend e Uncharted 3: L’inganno di Drake, ma successivamente è entrato nei Retro Studios nel ruolo di artista per Donkey Kong Country: Tropical Freeze. In un’intervista a KIWI TALKZ, Kozlowsky ha parlato di come i rumor su un nuovo Zelda sviluppato proprio dai Retro fossero divertenti, ma anche frustranti da gestire.

La cosa divertente è che quando entrai nei Retro tutti guardavano il mio portfolio e dicevano cose tipo “Oh mio dio, ha lavorato ad Uncharted, vuol dire che Retro sta lavorando a un nuovo Zelda” e io rispondevo no, sono solo un artista versatile. Posso fare cose realistiche, ma anche cose cartoonesche. So adattarmi, e penso di avere abbastanza esperienza in questa industria per adattarmi.

[…]

Quando stavamo per annunciare Tropical Freeze, tutti pensavano “Oh stanno lavorando a un nuovo Zelda, stanno lavorando a Zelda”… e invece no. Poi abbiamo annunciato Tropical Freeze, e nonostante avesse un aspetto fantastico la gente diceva soltanto “Oh, ma è solo un altro Donkey Kong”, e successivamente la gente ha cominciato a parlarne molto male su NeoGAF o posti del genere e noi pensavamo “Oh, dio mio”.

Eric Kozlowsky

Le voci di corridoio spesso portano alla generazione di hype immotivato verso alcuni titoli, e se questi non risultano veritieri la delusione delle persone può ripercuotersi anche, e soprattutto, sull’umore degli sviluppatori.

Alla fine Donkey Kong Country: Tropical Freeze è stato un successo sia da parte della critica che del pubblico, quindi, anche se non si trattava di un nuovo Zelda, direi che possiamo ritenerci soddisfatti.

Voi vi ricordate questi rumors? Vi piacerebbe vedere un nuovo Zelda sviluppato dai Retro Studios?

Potrebbero interessarti

No more posts to show