Electronic Arts sta cercando compratori o società a cui fondersi

Electronic-Arts-2-NintendOn
Electronic Arts sta cercando di essere venduta o di fondersi ad altre società, in un rapporto simile a quello stretto fra Microsoft e Activision Blizzard.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

La compagnia ha già consultato potenziali partner per il futuro, fra cui Amazon o Disney

Dopo la rottura dei rapporti con FIFA per gli omonimi giochi di calcio, Electronic Arts starebbe cercando acquirenti o partner per una fusione che possa sostenere i progetti in cantiere della compagnia. A patto che il CEO Andrew Wilson sia mantenuto, EA sarebbe disposta a trattare con società come Amazon o Apple.

Disney sarebbe già stata consultata a marzo per un accordo di mercato, ma a quanto riporta Puck la società si starebbe concentrando sul suo servizio di streaming e non sarebbe interessata.

Comcast, invece, potrebbe essere l’acquirente perfetto. Il CEO Brian Roberts avrebbe proposto una fusione fra NBCUniversal ed Electronic Arts, mantenendo Wilson al vertice come da richiesta, ma discordanze sul prezzo del contratto starebbero rallentando le trattative.

Insomma, sembra proprio che EA stia prendendo spunto dai rapporti stretti fra Microsoft e Activision Blizzard, che hanno reso brand come Call of Duty, Diablo o Warcraft parte di Xbox. Tuttavia, la società a riferito a Puck che fino alla conclusione di un accordo non si sarebbe più espressa su eventuali speculazioni. Resteremo pronti a comunicarvi eventuali aggiornamenti.

Potrebbero interessarti

No more posts to show