Due poliziotti americani hanno ignorato una rapina perché dovevano catturare Snorlax

Agente-jenny-nintendon
A Los Angeles, uno Snorlax ha provocato il licenziamento di due poliziotti: dovevano catturarlo, nonostante ci fosse una rapina in corso in quel momento.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

E poi sono andati a cercare un Togetic

Pokémon GO è stato, per un lungo periodo, un fenomeno di massa molto diffuso in tutto il mondo: persone di tutte le età hanno scaricato sui propri smartphone l’applicazione che permetteva loro di catturare i mostriciattoli tascabili semplicemente passeggiando per strada.

Si può dire che, a questo punto, l’hype intorno a Pokémon GO si sia decisamente ridimensionato, ma alcune storie risalenti agli albori del gioco lasciano veramente perplessi.

Parliamo di due poliziotti di Los Angeles, Louis Lozano ed Eric Mitchell, i quali pare fossero molto appassionati di Pokémon GO, e sono venuti meno al loro dovere per… catturare uno Snorlax.

L’episodio risale all’Aprile del 2017. Lozano e Mitchell si trovavano in servizio all’interno di un’auto di pattuglia, e avevano ricevuto una chiamata per intervenire su una rapina in corso. Nonostante si trovassero vicini al luogo del crimine, i due poliziotti hanno deciso di non rispondere alla chiamata e di allontanarsi.

Sfortunatamente per loro, la telecamera di sorveglianza dell’auto li ha ripresi svelando il motivo dietro un tale comportamento: i due avrebbero effettivamente parlato della rapina, e decisero di non rispondere. Pochi istanti dopo, uno Snorlax è apparso sulle loro applicazioni, un’occasione di cattura di cui non riuscirono a non approfittare.

Sono stati pubblicati i documenti di corte sul processo riguardante i due poliziotti, e alcuni stralci sono davvero assurdi (ma molto divertenti):

Nei 20 minuti successivi, la telecamera ha ripreso Mitchell e Lozano che discutevano di Pokémon, e che si dirigevano nei vari posti dove le creature virtuali si trovavano sui loro smartphone. Andando verso la posizione di Snorlax, Mitchell avvisò Lozano che un “Togetic è appena comparso“.

Dopo che Mitchell riuscì a catturare lo Snorlax – esclamando “Preso!” – gli imputati convenirono che fosse necessario “andare a prendere il Togetic“, e si diressero verso di lui.

Nonostante le evidentissime prove, i due poliziotti hanno provato a difendersi sostenendo che Pokémon GO sia “un evento sociale” e non un vero videogioco, ma hanno anche ammesso di essersi diretti nella direzione dello Snorlax perché non potevano perdere questa occasione per “catturare quella creatura mistica“.

Ovviamente, la sentenza ha voluto che i Lozano e Mitchell venissero licenziati per non aver risposto a una chiamata di soccorso senza un motivo valido.

Pokémon GO ha fatto parlare di sé in molti modi nel suo periodo più florido, ma mai era capitato un evento così assurdo e fuori dalle righe.

Vi è capitato di assistere a una scena del genere giocando a Pokémon GO?

Potrebbero interessarti

No more posts to show