News

Kirby e la terra perduta riceve la classificazione ESRB

Game

L’ESRB classifica ufficialmente Kirby e la terra perduta: quale sarà il pubblico più adatto per l’ultima avventura della palletta rosa?

L’ESRB classifica ufficialmente Kirby e la terra perduta: quale sarà il pubblico più adatto per l’ultima avventura della palletta rosa?

Novembre 21, 2021

Ed è ufficiale: non è un titolo gore

Prevista per la primavera 2022, l’ultima avventura di Kirby si è subito presentata come una delle più innovative di tutta la saga. In un’inusuale ambientazione “post-apocalittica” esplorabile in tre dimensioni, Kirby e la terra perduta è un progetto ancora misterioso, eppure qualcosa si è mosso.

L’ESRB (Entertainment Software Ratings Board), l’organo che si occupa di classificare prodotti videoludici al fine di identificarne la fascia di pubblico più adatta negli Stati Uniti, ha pubblicato ufficialmente il suo rating sul titolo Nintendo. Kirby e la terra perduta ha ricevuto una E10+ (Everyone 10+), ponendolo come prodotto perfettamente fruibile da tutti i ragazzi di 10 anni o maggiori. Qui la motivazione completa:

Questo è un gioco di azione e avventura in cui i giocatori aiutano Kirby a salvare le creature rapite dalle forze del male. I giocatori attraversano piattaforme 3D mentre raccolgono monete, risolvono enigmi e usano le abilità di Kirby per combattere nemici in stile cartoonesco (ad esempio funghi, volpi, tartarughe giganti). I giocatori usano spade, bombe e pistole di tipo blaster per sconfiggere i nemici; alcune armi consentono ai giocatori di utilizzare sistemi di puntamento/mirini per il tiro a distanza. Le battaglie con i boss possono essere frenetiche, con fuoco laser, esplosioni e proiettili che volano su Kirby, spesso da una prospettiva ravvicinata.

Sembrerebbe il solito, innocente gioco di Kirby, com’era logico aspettarsi. Come si esprimerà il nostro analogo PEGI?

Fonte: ESRB,

One thought on “Kirby e la terra perduta riceve la classificazione ESRB

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *