News

Reggie Fils-Aimé parla dei suoi ultimi giorni con Nintendo

Game

Le dimissioni di Reggie hanno colpito sia i suoi dipendenti che i giocatori che gli erano affezionati. In un podcast racconta i suoi ultimi giorni in Nintendo.

Le dimissioni di Reggie hanno colpito sia i suoi dipendenti che i giocatori che gli erano affezionati. In un podcast racconta i suoi ultimi giorni in Nintendo.

Reggie Fils-Aime The Game Awards 2016 Nintendo Switch Wii U errori
Luglio 20, 2021

Un viaggio nelle emozioni dell’ex presidente

Reggie manca a tutti. Pochi giorni fa, l’ex presidente di Nintendo of America ha presentato il suo nuovo libro, in cui parla di come è riuscito a salire ai vertici di una grandissima compagnia come Nintendo partendo da un retaggio estremamente umile. Non c’è da stupirsi che sia stato uno dei personaggi “aziendali” più ben voluti nella storia dei videogiochi: nel suo lavoro ha sempre mostrato modestia, onestà, e soprattutto empatia sia verso i giocatori che verso i propri dipendenti.

Potrebbe interessarti: Metroid Dread, il produttore parla dei nuovi episodi dopo la chiusura dell’arco attuale

Nell’ultimo podcast “Talking Games with Reggie & Harold“, esclusivo per chi ha donato al New York Videogame Critics Circle, Reggie parla di come si sono svolti gli ultimi giorni nella compagnia, prima di abbandonare il suo posto di lavoro. Poco prima dell’ultimo giorno, il COO uscente si recò nel suo ufficio solo con sua moglie per prendere gli oggetti e le foto più importanti. Voleva che fossero solo loro due, in quanto era un momento profondamente emotivo per lui. Riguardo al suo ultimo giorno, queste sono state le parole di Reggie:

Il giorno stesso, avevamo un evento con tutti i dipendenti di Washington, ed era prevista una presentazione, dei commenti, alcuni regali che mi erano stati preannunciati e avevamo anche un video da alcuni impiegati che non potevano essere con noi per motivi di distanza. È stato davvero emozionante. Alla fine, ho fatto alcuni commenti finali.

Finita la presentazione formale, appena uscito dal palco, diversi dipendenti vennero verso di me, per passare insieme un po’ di tempo. Poi ho guardato avanti a me, e ho visto una coda immensa. Saranno stati centinaia di dipendenti, e ho attraversato quella fila indiana persona per persona. Mia moglie Stacey ha detto che ci sono voluti 90 minuti, quasi due ore per smaltire tutta la fila, solo per spendere qualche minuto con i miei dipendenti, molti li conoscevo, alcuni erano appena entrati nella compagnia e mostravano il loro entusiasmo, oltre che la loro delusione nel vedermi abbandonare la mia carriera, mentre loro la stavano appena inziando.

Reggie Fils-Aimé

Dopo questo evento estenuante, Reggie ha ammesso di essersi sentito esausto il giorno seguente. Andò ad un evento in un ristorante, con 50 amici e impiegati, ma non parlarono mai di business o dell’azienda, e dice che si è trattato di un evento molto divertente e confortante.

Reggie, purtroppo, ora non è più con Nintendo, ma la sua storia rimarrà sicuramente indelebile nella memoria dei giocatori, e delle persone che hanno lavorato con lui.

One thought on “Reggie Fils-Aimé parla dei suoi ultimi giorni con Nintendo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *