Pokémon: le carte collezionabili scatenano la follia degli scalper

PokemonTGC Nintendon
Le carte dei Pokémon diventano sempre più rare negli States, scatenando pericolose corse all'accaparramento.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

La situazione degenera

La caccia ai Pokémon, in America, si è fatta reale… e pericolosa. Nello specifico, parliamo di quella alle carte collezionabili, che stanno raggiungendo quotazioni astronomiche per quelle più rare e per cui i fan sono disposti a tutto.

Potrebbe interessarti:
Iniziativa di FandomSpot: cercatori pagati per il ritrovamento di carte Pokémon

La situazione è sempre più assurda, con negozi presi d’assalto non appena arrivano nuove scorte, prezzi alle stelle di cui i bagarini si approfittano senza pietà e negozi, come ad esempio la catena Target, che decidono di eliminarle dalla vendita in seguito a una bruttissima storia tra un commesso e alcuni appassionati disposti a tutto, storia che ha coinvolto anche un’arma da fuoco che per fortuna non ha sparato nessun colpo. Ma per precauzione, la catena ha dismesso questa categoria merceologica fino a nuovo avviso.

Arriva ora un nuovo video in cui un gruppo di esagitati dà l’assalto a un negozio appena aperto e rifornito. Non è dato sapere se sono fan cresciutelli e assatanati di card game o, più probabilmente, scalper senza scrupoli desiderosi di rivendere la carte a prezzo maggiorato.

A quanto pare, togliere le carte da una catena non ha fatto altro che concentrare ancor più scalamanati nei punti vendita rimasti attivi: in molti chiedono interventi più mirati e sensati, con prenotazioni e vendite online da parte dei negozi, o quantomeno acquisti scaglionati di un paio di pacchetti a cliente in loco. Staremo a vedere se ci saranno provvedimenti specifici da parte di The Pokémon Company.

Potrebbero interessarti

No more posts to show