News

Ban in arrivo per chi utilizza Pokémon modificati in Spada e Scudo

Game

The Pokémon Company ha annunciato una presa di provvedimenti più severa nei confronti dei cheater.

The Pokémon Company ha annunciato una presa di provvedimenti più severa nei confronti dei cheater.

shocked_ash_ketchum
Gennaio 23, 2021

TPCi ha dissotterrato l’ascia di guerra

Fin dalla nascita dei primi giochi dedicati ai mostriciattoli tascabili, molti giocatori hanno fatto uso di sistemi non ufficiali per clonare Pokémon o per trovare creature rare o particolati. Tra glitch interni del gioco, come quello di Mew in prima generazione o quello della Torre Lotta in Pokémon Smeraldo, e dispositivi o software esterni, sono davvero tanti gli Allenatori che hanno, nel bene o nel male, arricchito la loro esperienza di gioco. Purtroppo però, esiste una parte di giocatori che crea e utilizza Pokémon modificati per avvantaggiarsi nei tornei online o che, ancora peggio, genera Pokémon inottenibili da scambiare, in certi casi addirittura vendere, a ignari giocatori che non sono a conoscenza della loro provenienza illegittima.

Recentemente è capitato che l’utilizzo online o il trasferimento nei Box di Pokémon HOME di Pokémon maldestramente creati abbia portato a dei blocchi o degli errori nei server, compromettendo l’esperienza di gioco. The Pokémon Company, quindi, con un comunicato apparso direttamente nella sezione Notifiche dell’app di Pokémon HOME, ha annunciato una presa di provvedimenti più severa nei confronti dei cheater.

Grazie per aver scelto i giochi Pokémon.

Siamo a conoscenza del fatto che alcuni utenti utilizzano Pokémon Spada, Pokémon Scudo e Pokémon HOME con dati di gioco modificati.

Inoltre, alcuni utenti stanno causando problemi che determinano un funzionamento anomalo di giochi o app o che ostacolano altri utenti. In risposta a questa situazione, prenderemo i provvedimenti indicati di seguito.

Provvedimenti:
Gli utenti che hanno usato dati di gioco modificati o hanno adottato comportamenti inappropriati potranno ricevere le seguenti sanzioni.

– Limitazione del gioco online in Pokémon Spada e Pokémon Scudo.
– Limitazione delle funzioni di scambio in Pokémon HOME per dispositivi mobili.
– Sospensione di Pokémon HOME sia per Nintendo Switch che per dispositivi mobili.

Nota: queste misure potranno essere applicate in via temporanea o permanente a discrezione di The Pokémon Company. In seguito alla loro applicazione, non verranno effettuati rimborsi di alcun tipo. Non risponderemo a domande relative ai dettagli delle infrazioni o alle misure di cui sopra.
Avvisiamo che provvedimenti simili saranno applicati regolarmente in futuro e che potremmo imporre altre restrizioni e misure senza preavviso.

Continueremo a verificare che non sussistano comportamenti inappropriati o dannosi e a prendere provvedimenti per garantire a tutti gli utenti un’esperienza di gioco corretta e piacevole.

Speriamo che continuerete a divertirvi con i giochi Pokémon!

The Pokémon Company

Sembra infine che The Pokémon Company abbia iniziato anche a bannare dalla Global Trade Station tutti quei Pokémon modificati che presentano il nome di siti web che offrono creature notoriamente cheat.

Quello che possiamo consigliarvi di fare è di verificare attentamente la provenienza dei vostri Pokémon, assicurandovi che non presentino alcuna caratteristica anomala, magari consultando un’enciclopedia online come Pokémon Central Wiki. Vi consigliamo, inoltre, di prestare la massima attenzione ai Pokémon cromatici e soprattutto a quelli che non possono essere ottenuti in alcun modo, indicati nella tabella qui di seguito, proveniente da Serebii.net.

Clicca sull’immagine per ingrandire

Ci raccomandiamo di prestate attenzione e, se ogni tanto utilizzate qualche cheat a scopo ESCLUSIVAMENTE personale, evitate di usare online, scambiare o depositare in Pokémon HOME le creature modificate.

Fonte: Pokémon HOME,

One thought on “Ban in arrivo per chi utilizza Pokémon modificati in Spada e Scudo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *