Nintendo leak, un hacker è stato condannato a tre anni di prigione

Ryan è stato condannato a tre anni di carcere per pirateria e materiale pedopornografico.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Ritrovato anche materiale pedopornografico

All’inizio di quest’anno, Ryan Hernandez si è dichiarato colpevole di crimini federali legati alla pirateria informatica ai danni di Nintendo. Hernandez aveva fatto trapelare dei leak su titoli per Nintendo Switch.

Nonostante l’avviso di non continuare a rubare informazioni, l’hacker si è successivamente intromesso su più server Nintendo rubando dettagli riservati su giochi, console e tool di sviluppo.

Questa settimana, Hernandez è stato condannato a tre anni di carcere “per crimini federali legati alla pirateria informatica e al possesso di materiale pedopornografico trovato sui suoi dispositivi digitali”.

Inoltre, dovrà pagare 259.323 dollari a Nintendo per i danni arrecati. Scaduta la sentenza, Hernandez rimarrà per sette anni in rilascio controllato e sarà tenuto a registrarsi come molestatore sessuale.

Una brutta vicenda con risvolti ancora peggiori.

Potrebbero interessarti

No more posts to show