Super Smash Bros. Melee, Nintendo fa causa al torneo The Big House, ma la community insorge

big-house-smash-nintendon
Il torneo The Big House di Super Smash Bros. Melee è stato citato in giudizio da Nintendo e la community sta chiedendo di risparmiarlo.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Da Free Melee a Save Melee

The Big House è il torneo di Smash più longevo negli Stati Uniti, ma ha da poco ricevuto un ordine di “cease and desist” da Nintendo of America. Nella legislazione americana tale ordine corrisponde a una richiesta di interruzione dell’attività.

Il motivo per cui Nintendo ha fatto a causa all’evento di quest’anno è la presenza di “versioni copiate illegalmente” del titolo per Nintendo Gamecube Super Smash Bros. Melee e l’utilizzo di Slippi Online, un netcode che che consente ai giocatori di sfidarsi online.

In una dichiarazione, Nintendo ha detto che gli organizzatori del torneo “si sono rifiutati” di collaborare. Di conseguenza, l’azienda non ha avuto “altra scelta” se non quella di proteggere la sua proprietà intellettuale e i suoi marchi. Inoltre, la società ha affermato che continuerà a supportare la scena competitiva di Smash Bros. in futuro.

Nella sua risposta via Twitter, i fondatori di The Big House si sono detti affranti dal dover annullare il suo prossimo evento online e non hanno avuto altra scelta che conformarsi a Nintendo. Infine, hanno dichiarato che presto arriveranno maggiori dettagli sui rimborsi.

Nel frattempo, la community del gioco è passata dal precedente hashtag “Free Melee” ad usare su Twitter “Save Smash” per catturare l’attenzione degli utenti ed evitare la cancellazione dell’evento.

Pensate che Nintendo abbia fatto bene?

Potrebbero interessarti

No more posts to show