News

Super Mario 64, Miyamoto parla dell’idea di avere Luigi come personaggio giocabile

Game

Shigeru Miyamoto ha parlato dello sviluppo di Super Mario 64 in un’intervista, rivelando le limitazioni che il team ha dovuto affrontare.

Shigeru Miyamoto ha parlato dello sviluppo di Super Mario 64 in un’intervista, rivelando le limitazioni che il team ha dovuto affrontare.

Novembre 14, 2020

Tezuka rivela i retroscena della schermata iniziale

I più informati già sanno che nelle idee originali, Luigi sarebbe stato giocabile in Super Mario 64. Il team inizialmente sperava di rendere possibile il multiplayer, ma alla fine non era tecnicamente fattibile.

Shigeru Miyamoto ha parlato dello sviluppo di Super Mario 64 in un’intervista, rivelando le limitazioni che il team ha dovuto affrontare:

Quando abbiamo provato a eseguire i nostri esperimenti con il 3D su una console, Mario è stata l’unica cosa che si è mossa. Ovviamente non c’era nemmeno uno sfondo. Anche se ci aspettavamo che le cose fossero limitate, ciò che abbiamo ottenuto è stato anche meno di quanto previsto. È stato a quel punto che abbiamo rinunciato a far apparire Mario e Luigi nello stesso momento e abbiamo deciso invece di rielaborare il gameplay.

Shigeru Miyamoto

Inoltre, Takashi Tezuka, sviluppatore di Mario di lunga data, ha parlato di come è nata la schermata di apertura in cui i giocatori possono manipolare il volto del personaggio:

Non sono stato coinvolto nel game design di Super Mario 64, ma poiché era in 3D c’erano molte cose con cui avevamo a che fare per la prima volta. Mentre stavamo lottando con il 3D, il signor Miyamoto ha detto che voleva fare in modo che i giocatori potessero giocare al di fuori del gioco stesso con il modello della testa di Mario realizzato da un programmatore, permettendogli di ruotarla o tirargli il naso.

Takashi Tezuka

Vi sarebbe piaciuto vedere Luigi in Super Mario 64?

2 thoughts on “Super Mario 64, Miyamoto parla dell’idea di avere Luigi come personaggio giocabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *