News

Capcom preda di un attacco informatico, rubati circa un terabyte di dati sensibili

Game

Dopo essere stata vittima di un attacco informatico che le ha sottratto circa 1TB di dati sensibili, Capcom ha risposto con un comunicato ufficiale.

Dopo essere stata vittima di un attacco informatico che le ha sottratto circa 1TB di dati sensibili, Capcom ha risposto con un comunicato ufficiale.

Capcom Header
Novembre 6, 2020

Non sembrano però esserci violazioni ai dati personali dei clienti.

Il colosso dei videogiochi giapponese Capcom, famoso per giochi del calibro di Street Fighter, Mega Man e Monster Hunter, è l’ultima vittima di attacchi informatici.

Il gruppo che ne rivendica la responsabilità avrebbe rubato circa un 1TB di dati sensibili. Tra questi sono inclusi i registri dei permessi dei propri impiegati, dati bancari dei clienti, e “informazioni aziendali proprietarie” provenienti dai network corporate tra il Giappone, gli Stati Uniti d’America ed il Canada.

In un comunicato ufficiale, comunque, Capcom ha detto che non c’è “alcuna indicazione” di violazione delle informazioni dei clienti ed ha comunicato di essere al lavoro sia con la polizia che con “altre” autorità collegate.

A partire dalle prime ore del mattino del 2 novembre 2020, alcuni dei network del Capcom Group hanno riscontrato malfunzionamenti che hanno colpito l’accesso ad alcuni sistemi, compresi email e server. L’azienda ha confermato che questo è dovuto ad un accesso non autorizzato di una terza parte, e che ciò ha interrotto alcune operazioni delle proprie reti interne nel giorno 2 novembre. Capcom ha espresso il suo più profondo rammarico per ogni disagio che ciò possa aver causato a ciascuna delle parti interessate. Inoltre, ha confermato che attualmente non esiste alcuna indicazione di violazione delle informazioni dei clienti. Questo incidente non ha colpito le connessioni dedicate ai giochi online dell’azienda o l’accesso ai suoi vari siti.

Attualmente Capcom si sta avvalendo dell’aiuto della polizia e di altre autorità collegate mentre entrambe stanno procedendo a un’indagine e all’assunzione di misure per ripristinare i sistemi. L’azienda continuerà a fornire significativi aggiornamenti mano a mano che i fatti diventeranno più chiari, attraverso i suoi siti internet ed altri mezzi.

Come detto, Capcom continuerà a fornire aggiornamenti e cercheremo quindi di fornire la nostra copertura al riguardo. Che ne pensate di questo attacco a Capcom? Avete mai fornito dati sensibili all’azienda? Avete riscontrato qualche problema con i servizi dei suoi siti? Ricordate che anche Nintendo era stata preda di alcuni attacchi informatici, diversi mesi or sono?

Fonte: Capcom,

One thought on “Capcom preda di un attacco informatico, rubati circa un terabyte di dati sensibili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *