News

In passato iQue propose a Nintendo un gioco Pokémon online per PC

Game

In rete un leak ha permesso di mettere a nudo tante storie sul passato della Grande N, inclusi i prototipi di tanti suoi giochi e progetti morti sul nascere.

In rete un leak ha permesso di mettere a nudo tante storie sul passato della Grande N, inclusi i prototipi di tanti suoi giochi e progetti morti sul nascere.

25 Luglio 2020

Praticamente il sogno di tutti noi fan

In rete un leak ha permesso di mettere a nudo tante storie sul passato della Grande N, inclusi i prototipi di tanti suoi giochi e progetti morti sul nascere.

Tra le curiosità più interessanti c’è sicuramente la proposta che iQue fece a Nintendo nel 2004: un capitolo Pokémon della serie principale per PC che usufruiva di corpose feature online. Tra queste rientravano ovviamente gli scambi, le lotte, la chat e i tornei in rete, così come la caccia al tesoro e anche la possibilità di usare il Game Boy Advance come controller.

Il progetto avrebbe preso come riferimento i capitoli Verde Foglia e Rosso Fuoco per il gioco offline, in particolare per la storia. Tramite una mappa completa, i giocatori sarebbero stati in grado di catturare solo 30 mostriciattoli offline, mentre connettendosi ai server avrebbero avuto accesso a tutto il “catalogo”. La presentazione di iQue mostrava il concept di una regione dove i Pokémon venivano distribuiti a seconda di dove i giocatori erano localizzati nel mondo e anche le funzioni meteo tenevano conto della geolocalizzazione.

Era stato inoltre concepito un sistema di schiusa delle uova gestito dai nonni del giocatore: quando il gioco si connetteva al server, determinava il tipo di un uovo basandosi su diverse variabili, quale il tempo reale del server, il report meteo, così come la data di nascita e tanto altro ancora.

Per quanto riguarda i tornei online, la presentazione menzionava i modelli 3D dei Pokémon, in modo molto simile a quanto visto su Colosseum. I piani erano quelli di rilasciare periodicamente diversi aggiornamenti che dessero la possibilità di catturare nuovi Pokémon e di andare a caccia di tesori insieme ad una squadra di amici.

Ovviamente, niente di tutto ciò ha mai visto la luce, ma è interessante notare come Pokémon riuscisse a destare (giustamente) l’interesse di altre compagnie. Voi cosa ne pensate? Vi piacerebbe vedere un capitolo della serie maggiormente incentrato sul multiplayer?

Fonte: Resetera,